«FRASI E FUMO - Nina Zilli» la recensione di Rockol

Nina Zilli - FRASI E FUMO - la recensione

Recensione del 20 feb 2015 a cura di Pop Topoi

La recensione

Nina Zilli si è classificata decima al Festival appena concluso. In un’edizione di ballate sentimentali molto classiche che flirtano con un certo tipo di radio, si è distinta presentandosi con un blues. Avrebbe meritato di più perché, insieme a Malika Ayane, è stata una dei pochi a portare il suo mondo all’Ariston, come interprete ma anche come autrice. Mentre le reduci dai talent, anche le più affermate, continuano a fare fatica per trovare una direzione, loro due rimangono fedeli al proprio stile. Sono le ultime di una generazione nata dalle Nuove proposte, sono state scoperte con metodi tradizionali e lasciate crescere nel modo artisticamente più appropriato alle loro capacità: a distanza di anni, la differenza si nota, soprattutto quando si parla di album.




“Frasi & fumo”, il terzo lavoro di Nina Zilli, è una conferma. Se agli esordi si poteva sospettare una furba operazione di marketing per ricalcare successi internazionali, oggi sembra più corretto dire che l’artista si è trovò nel posto giusto al momento giusto – e sull’onda di quei successi internazionali ha saputo costruire una meritata carriera. Non sarebbe ancora qui, se fosse stata solo una questione di mode.
La sua partecipazione al Festival, con “Sola” e la cover di “Se bruciasse la città” di Ranieri, è un buon riassunto dell’album: da una parte i riferimenti alla musica nera, le citazioni di Nina Simone, dall’altra un occhiolino alla tradizione italiana tra ’60 e ’70. I modelli a cui si rifà Zilli, quindi, restano immutati, ma rispetto all’album precedente, il suo spirito “retromaniaco” esce ancora meglio. A tratti, “L’amore è femmina” veniva schiacciato dal perfezionismo delle produzioni di Michele Canova, mentre qui la presenza di Mauro Pagani assicura un risultato ugualmente pregevole ma forse più rispettoso verso gli impulsi dell’artista e le sue ispirazioni.
“Frasi & fumo” è un album di grande varietà che sa toccare tanti generi, dal sopraccitato blues al reggae, dal soul a brani che potrebbero appartenere alle dive italiane di un tempo, come le ottime “Cadevo piano” e “Luna spenta”. Ci sono addirittura momenti in cui la filologia di Zilli è tale da lasciar pensare che si stia ascoltando la cover di un classico perduto e riscoperto. Lo si può considerare come un aspetto negativo, oppure si può apprezzare l’incredibile lavoro di ricerca fatto non solo sui suoni, ma anche sulle parole (insieme a Kaballà e Neffa).
Sarebbe interessante, in futuro, se l’artista rinunciasse a uno di questi due aspetti: se nei suoni si lasciasse guidare da un produttore con un occhio all’elettronica, per esempio, o se per le parole si affidasse a una penna dal sapore più contemporaneo. Ma “Frasi & fumo”, per il momento, sembra esattamente l’album che voleva fare, e serviva a sottolineare che non era solo una furba operazione di marketing: questo è davvero il suo mondo (e questo è il suo blues).
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.