«AWE NATURALE - Thee Satisfaction» la recensione di Rockol

Thee Satisfaction - AWE NATURALE - la recensione

Recensione del 23 apr 2012

La recensione

L'atmosfera malinconica e maledettamente ispiratrice è ciò che ha sempre caratterizzato Seattle. La città statunitense, fulcro del grunge e luogo in cui hanno gravitato le vite di band che hanno arricchito la storia del rock, come Nirvana,Alice in Chains e Pearl Jam, ha un primato legato alla creatività musicale senza paragoni. Sono originarie proprio di Seattle le Thee Satisfaction, duo al femminile formato da Stasia Irons e Catherine-Harris White, in arte rispettivamente Stas e Cat. Le due artiste hanno alle spalle una serie di ep e dischi autoprodotti, dei quali il primo è “That's weird” del 2008 e il più recente è "Sandra Bollocks black baby", del 2011.
Arriva ora il primo disco che segna il debutto di Cat e Stas nel "mondo dei grandi": "Awe naturale". Le due signorine non hanno peli sulla lingua e mai come in questo caso "donna" fa rima con "nuovo femminismo". Testi che colpiscono dritto allo stomaco come coltelli affilati, accompagnati da una melodia che flirta con il soul, il jazz e il funk. Finalmente un genere che trascende la categorizzazione, un tocco di freschezza che accantona il "già sentito". Niente Aretha Franklin, niente Ella Fitzgerald. Si parla di rap senza fronzoli, di rime esplicite, di cantato soave in connubio perfetto con parole al vetriolo. Un esempio lampante è "Earthseed", brano che mette in luce le speculazioni ambientali e accusa il Presidente Obama di non aver fatto il suo dovere. Tantissimo "girl power" si respira in brani come "Bitch", che non necessita davvero di traduzioni, in contrapposizione con "Queens", uno dei pezzi più riusciti del disco. Seduce non poco il groove di "Deeper", così particolare e ricco di spunti afro. Non mancano la psichedelia e il funk, vero sovrano del lavoro delle Thee Satisfaction, che si fa ben notare in brani come "Juiced" e "Needs". Tanto sensuale ed accattivante è "Sweat" quanto onirico e jazzatissimo è "God". Il finale è a sorpresa con grandi chitarra e batteria in "Naturale", che con l'intro di "Awe" nell'incipit del disco, compone il titolo del lavoro delle due artiste. Stas e Cat non hanno nulla a che vedere con lo stereotipo attuale che vogliono vendere i media: niente vestiti attillati, niente sguardo bamboleggiante o risatine. Le Thee Satisfaction sono due donne che, mettendosi a nudo (anche sulla copertina del disco) parlano di ciò che una signorina non dovrebbe nemmeno pensare. Un sentito grazie, dal profondo del cuore.
(Rossella Romano)
TRACkLIST:
“Awe”
“Bitch”
“Earthseed”
“QueenS”
“Existinct”
“Deeper”
“Sweat”
“Juiced”
“God”
“ Enchantruss “
“Needs”
“Crash”
“Naturale”
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.