«CARDIOLOGY - Good Charlotte» la recensione di Rockol

Good Charlotte - CARDIOLOGY - la recensione

Recensione del 22 nov 2010 a cura di Rossella Romano

La recensione

Ce ne hanno messo di tempo i Good Charlotte per concepire questo nuovo album. "Cardiology" è stato davvero un'odissea professionale (e personale), dato che la prima versione è stata cestinata dai fratelli Madden e soci, per poi essere ricomposta, pezzo per pezzo, nota per nota. Era dal 2007 che non ascoltavamo nulla di nuovo della pop-punk band del Maryland: l'ultimo album, "Good morning revival", è stato un discreto flop e i ragazzi hanno voluto prendersi tutto il tempo per registrare un disco che, a detta loro, potesse farli tornare sulla cresta dell'onda. Sono lontani, purtoppo, i tempi in cui i tatuatissimi gemelli Joel e Benji intonavano tormentoni come "Lifestyles of the rich & famous" (2002) o "I just wanna live" (2004), pezzo che li ha fatti entrare di diritto nel gotha musicale e nei cuori di tutti i loro fans.
Poi qualcosa è cambiato: I ragazzi scapestrati sono cresciuti, hanno messo su famiglia (Joel con Nicole Richie, figlia di Lionel, e Benji ci ha provato con Paris Hilton, ovviaamente con scarsi risultati) e le cose hanno cominciato a ruotare in maniera differente. "Cardiology" è caratterizzato soprattutto da melodie e testi che strizzano l'occhio ai tempi andati. Il disco si apre con "Introduction to cardiology", un insieme di parole che danno il benvenuto all'ascolto del disco con, in sottofondo, un battito cardiaco. Le "danze" vere e proprie si aprono con "Let the music play", invito a lasciarsi trasportare dalla musica, motore ed anima di tutto, e da "Counting the days", primo dei tanti brani a sfondo sentimentale del disco dei Madden. Tanta batteria, chitarre e coretti, presenti in tutti i brani, con la chiara voglia di dare l'idea di trovarsi di fronte a del punk californiano. Si sa che la vita può portare molti cambiamenti, che non si può essere adolescenti per sempre, ma mancano davvero i toni scanzonati di "Boys & girls". Proseguendo, si incontrano "Silver screen romance", "Like it's her birthday" e "Last night", uno dei brani degni di nota dell'album. C'è da notare che le ballad presenti sono davvero pochissime e l'andamento complessivo del lavoro dei Good Charlotte si mantiene bello alto con i brani "Sex on the radio" (strane perversioni i due gemellini...) e "Standing ovation", una delle canzoni che di certo verrà più apprezzata dal vivo. Da segnalare, tra le tracce di "Cardiology", la ninna nanna "Harlow’s song (can’t dream without you)", dedicata da papà Joel alla primogenita Harlow, e "1979", anno di nascita dei Madden, è un brano in cui si riflette sul passato, quando internet ed i telefonini non erano così essenziali ed i rapporti, forse, erano più veri, reali. Il disco si chiude con "Right where i belong", le cui parole recitano scuse all'amata per aver perso la retta via, e "Cardiology", che riprende le parole e il battito dell'intro. Che dire, il nuovo lavoro dei fratelli Madden non è di certo un "colpo al cuore": anche i punk rocker diventano adulti... Quindici brani melodicamente sullo stesso stile, accompagnati da liriche forse un po' troppo seriose per il genere a cui ci avevano abituati i Good Charlotte.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.