«EQUALLY CURSED AND BLESSED - Catatonia» la recensione di Rockol

Catatonia - EQUALLY CURSED AND BLESSED - la recensione

Recensione del 16 apr 1999

La recensione

Roba da pazzi. Quando su riviste come ‘Q’ si legge che questo nuovo dei Catatonia è un perfetto album di pop inglese, ci si rende conto di come la differenza tra il nostro pop e quello d’oltremanica sia abissale e risieda nel DNA prima ancora che nel music business maggiormente sviluppato. O forse risiede nel fatto che quando in Inghilterra parlano di pop hanno in mente i Beatles (e quindi lo leggono in positivo), mentre quando in Italia si parla di pop viene in mente Ramazzotti e allora apriti cielo (e quindi il pop fa schifo e lunga vita al rock....). I Catatonia di Cerys Matthews sono un gruppo pop - anzi, un ottimo gruppo pop - da Top of the Pops, programma tv appannaggio da sempre di adolescenti e, in parte, vituperato proprio per questo. Il loro pop è attento, come il nostro, alle regole di mercato, ma, al contrario del nostro, si diverte a sperimentare un po’ di più e a provocare reazioni schierando melodie strampalate che occhieggiano ad un universo musicale disperso tra gli Abba e i Velvet Underground. Il tutto sotto l’occhio placido e benevolo della stampa britannica, che pensa di fare addirittura un complimento quando, parlando della cantante Cerys Matthews, dice che nei suoi momenti migliori aspira a diventare la Bonnie Tyler di questa generazione. Be’, fantastico! Pensate se in Italia uno dicesse a Marina Rei che, impegnandosi, potrebbe diventare la Carmen Villani della sua generazione! Insomma, tutto ciò per dire che in Gran Bretagna il disco dei Catatonia si chiama - senza vergogna - pop per un target che sta tra i 14 e i 25 anni, mentre nel resto del mondo (e soprattutto da noi) diventa - con qualche pretesa - rock per quello tra i 17 e i 35 (e spesso, comunque, in questa veste non vende): perché? Quanto ancora dovremo studiare per diventare semplici come loro? Passando al disco, se vi capita di ascoltarlo, il rischio più grosso lo correte proprio con lei, con Cerys, che ha una voce capace di appassionarvi o di mandarvi in bestia. Se resisterete, non potrete non trovare piacevole l’ascolto di un album vario e felice per il panorama quanto mai vario che lo anima. Infatti il bello di questo nuovo disco, sorretto dalla voce ora stridula ora dolce, ora roca e ora sin troppo zuccherina e infantile di Cerys Matthews, è proprio il rapporto a 360° che lo lega al pop inglese e alla sua capacità di metabolizzare tutto in tutt’altro. Così i Catatonia salgono sul palco di "Equally cursed and blessed" e, giocando con ispirazione e citazioni, tirano fuori una manciata di canzoni splendide e senza vergogna, che conquistano per il candore perverso che le anima: "Dead from the waist down", "Londinium", "She’s a millionaire", "Karaoke queen", "Bulimic beats" e soprattutto "Nothing hurts" sono dei gioiellini che faranno la fortuna di questo disco, sicuramente in Gran Bretagna e probabilmente, questa volta, anche all’estero. Niente rock, ma grande pop. Se non avete problemi, accomodatevi...
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.