«PIPES & FLOWERS - Elisa» la recensione di Rockol

Elisa - PIPES & FLOWERS - la recensione

Recensione del 01 gen 1998

La recensione

Elisa Toffoli, goriziana di Monfalcone, arriva al suo primo album sovvertendo ogni tipo di tradizione musicale nostrana: pur essendo partita dall’ascolto di un patrimonio musicale tipicamente black, con poche concessioni alla musica italiana se non per quei casi talmente importanti da essere quasi prevedibili (leggi Mina e Lucio Battisti), Elisa su "Pipes & flowers" sfoggia una grinta tutta rock, in perfetto accordo con quanto predicato da artiste come Alanis Morissette in campo internazionale. La produzione di Corrado Rustici è in questo senso illuminante, attenta com’è a far risaltare le sfumature stilistiche della giovane autrice e interprete senza però perdere di vista il suono di caratura internazionale che un progetto del genere richiede. Non a caso per molti radioascoltatori italiani la musica di Elisa è collegata a una dimensione estera, anzitutto per il fatto di essere cantata in inglese, e secondo poi anche e proprio per il suono "fm rock" che emana tutto il disco. Da parte sua Elisa ci mette molto per dimostrare il suo talento, e in più casi ci riesce. Ce la fa come autrice, regalandoci almeno tre brani di grande originalità ("Labyrinth", "Sleeping in your hand" e "Shadow zone"). Ce la fa come interprete, anche se in questo caso le somiglianze alla già citata Alanis si fanno in alcuni momenti un po’ invadenti. Ma ce la fa soprattutto come musicista tout court, riuscendo alla fine a comunicare la sua musica e le sue emozioni con credibilità. Non sono in molti a passare l’esame così esigente della stampa italiana, eppure nel caso di Elisa, fatto salvo qualche scettico (e che comunque va rispettato per il suo parere), questo è successo, visto che in molti hanno salutato con piacere il suo arrivo. "Pipes & flowers" è un promettente inizio di carriera, la prima carta giocata da una ragazza che sembra sapere il fatto suo. Una nuova rockeuse in casa non guasta mai.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.