«FLESHWOUNDS - Skin» la recensione di Rockol

Skin - FLESHWOUNDS - la recensione

Recensione del 28 mag 2003 a cura di Gianni Sibilla

La recensione

Gli esordi solisti, dopo una carriera fortunata in un gruppo, sono sempre delicati. Considerazione ovvia e banale, ma universale ed applicabile a “Fleshwounds”, che è il primo disco da solista per l’ex voce dei disciolti Skunk Anansie. Skin ne era, se non il leader, sicuramente la front-woman. Una cantante dalla personalità enorme, supportata da musicisti dalle capacità forse meno prorompenti ma non meno importanti.
Ecco, se dovessimo fare una primissima considerazione su “Fleshwounds”, sarebbe che questo non è un album degli Skunk Anansie. La potenza e la sensualità della voce di Skin sono intatte, ma solo raramente ricercano la rabbia della musica degli Skunk. Quando lo fanno, come in “Listen to yourself”, ne escono i momenti meno convincenti dell’album. Perché la mancanza della chitarra di Ace, in questi casi, si sente. E allora Skin ha scelto di giocare quasi sempre su altri terreni. Quelli della canzone più intimista, colorita spesso da tappeti elettronici. In alcuni casi sentite –“I’ll try”- si sente qualche eco degli Skunk, ovvero delle ballatone che li hanno resi famosi.
Fatte queste considerazioni, “Fleshwounds” è un album intimista non solo nelle strutture musicali delle canzoni, ma anche nei temi, che abbandonano il terreno "politico" spesso battuto dagli Skunk Anansie. E se leggete il titolo del disco (“Ferite sulla carne”) o scorrete quelli delle canzoni (“Non abbandonarmi”, “Problema con me”, “Ci proverò”, “Bruciata come me”) capite che la ragazza deve aver sofferto – e parecchio – negli ultimi tempi.
In generale, sembra assolutamente onorevole il tentativo di Skin di dare vita a canzoni che siano memori delle cose migliori degli Skunk, ma che non ne siano la fotocopia, ma anzi cercano di definire nuovi territori. Nei momenti di maggiore intensità (memorabile il singolo “Trashed”), l'obbiettivo può dirsi centrato.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.