«WE ARE THE ARK - Ark» la recensione di Rockol

Ark - WE ARE THE ARK - la recensione

Recensione del 07 giu 2001

La recensione

Inizio con un effetto elettronico, seguito da un riff rock anni ’80 e poi da un’apertura pop e altro ancora. Già da “Hey modern days”, brano d’apertura di “We are the ark”, si avverte tutta la stranezza di questo prodotto “made in Sweden”. Gli Ark di Ola Salo e Leari sono senz’altro un gruppo assai particolare e il loro lancio sul mercato europeo arriva dopo un incoraggiante successo in patria. Il cantante Ola ha lavorato parecchio nel mondo del musical e la cosa risulta piuttosto evidente all’ascolto delle sue composizioni, come lui stesso conferma: “Cerchiamo di fare in modo che ogni nostra canzone sia un piccolo musical a sé stante, perché ci piace fare riferimento alla teatralità della nostra proposta e alla spettacolarità dei nostri concerti”. Alla teatralità di ciascun brano contribuiscono le molteplici influenze che in modo uniforme entrano in gioco, caratterizzando l’intero CD: musical, glam rock, progressive, pop anni ’80 ed elettronica. Qua e là si ritrovano dunque echi di Abba, Queen, David Bowie, Roxy Music, Frankie Goes To Hollywood e quant’altro, in una musica dai sapori retrò e dall’impostazione rigida che attinge a piene mani al passato alla ricerca di contenuti che, secondo gli Ark, gli anni ’90 non sono stati in grado di offrire. Ecco, allora, la provocatoria immagine di copertina, che ritrae i componenti della band come lucide e artificiose statue di cera.

(Diego Ancordi)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.