«WE HAVE COME FOR YOUR PARENTS - Amen» la recensione di Rockol

Amen - WE HAVE COME FOR YOUR PARENTS - la recensione

Recensione del 23 nov 2000

La recensione

Il secondo album degli Amen esce con la benedizione di diversi colossi, puntualmente riportati nella presentazione del disco sul sito web della band. Se gente come Iggy Pop e Steve Jones dei Sex Pistols si scomoda per tessere le lodi del gruppo e Rat Scabies dei Damned arriva ad affermare che sono la cosa più punk uscita dagli Stati Uniti dai tempi degli MC5 e degli Stooges, qualcosa ci dovrà pur essere, no? Per non parlare delle impressioni suscitate dal cantante Casey Chaos: un uragano di energia sul palco, l’ultimo dei veri arrabbiati, pronto a portare l’attacco al cuore del music-business. E poi nelle interviste parla di Stooges, di punk (non Green Day e simili, che per lui sono solo gruppi pop) e di come gli Amen non siano allineati col nuovo metal e il rap che imperano nel mercato statunitense. Aggiungiamo pure che il titolo è un capolavoro di mediazione. Strizza l’occhio ai cultori del passato, ai quali non sfuggirà il riferimento a “We have come for your children” dei Dead Boys, e non mancherà di entusiasmare il pubblico teenager: siamo venuti per i vostri genitori, con la foto di una ragazzina con corona di spine e ascia in mano, wow!!! A questo punto, ignaro del precedente album del gruppo, mi aspetto di sentire una bella vagonata di riffacci rock’n’roll e contorcimenti vocali alla Stiv Bators. Invece, tolte magari “Mayday”, “Under the robe” e “The waiting”, arrivano pesantezze metal prodotte da un maestro del genere come Ross Robinson. Si è parlato di incontro fra punk e metal, ma l’impressione è che la bilancia penda soprattutto verso quest’ultimo. Niente di male, per carità. Anzi, potrebbe essere proprio questa la chiave per aprire le porte delle classifiche, ma si fa un po’ di fatica a ritrovare gli Stooges e gli MC5 in questo album, che suona più che altro come i Korn in veste un po’ più punkeggiante. Vatti a fidare dei giudizi delle rockstar...

(Paolo Giovanazzi)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.