«LA LUNA - Sarah Brightman» la recensione di Rockol

Sarah Brightman - LA LUNA - la recensione

Recensione del 25 lug 2000

La recensione

Niente di nuovo sul fronte della comunque sempre brava e sempre bella Sarah Brightman, che ritorna puntuale come i monsoni a inondarci con la sua voce che non può essere altrimenti definita che cristallina, pulita, sognante e angelica. E sull’immaginario new age la Brightman continua a giocare le sue carte, come è facilmente visibile dal booklet del Cd, con la copertina che la rappresenta come un misto tra un angelo e una Madonna, comunque candida e, insomma, altra rispetto al mondo di noialtri, che un po’ sporco lo è sempre. Lei, invece, tra scogliere, praterie e vulcani, è una sorta di fata che, tra le altre cose, canta. E, ancora una volta, punta su un abile mix che unisce pop e lirica, saltellando tra arie celebri e canti tradizionali. E’ così che troviamo in tracklist la versione riadattata di “Scarborough fair”, melodia già ripresa da Simon&Garfunkel e inclusa anche nella colonna sonora del “Laureato”, seguita da una rivisitazione del tema della “Califfa” di Morricone. Se andiamo a vedere, le scelte sono in linea con la tracklist di “Eden”, dove Morricone era già presente con il tema di “Mission”. Qui tra i classici, vengono ripescati e dotati di parola Beethoven (“Figlio perduto”), Rachmaninov (“How fare this spot”), Cano (“Hijo de la luna”), Haendel (“Solo con te”) e Dvorak (la title track “La luna”). Come già ci aveva abituato nei suoi precedenti lavori, la Brightman alterna momenti quasi puramente lirici (la già citata “Solo con te” ne è un esempio), a momenti più pop, sempre d’atmosfera, come “This love”, con un piccolo spazio per un esperimento jazz tutto sommato riuscito come “Gloomy sunday”. La ricetta è come quella della torta margherita: difficile sbagliare. Il risultato è un soffice, morbido gateau musicale per palati (soprattutto americani, immaginiamo) che amano la musica d’atmosfera con la pretesa di essere un po’ colta, ma non troppo.

Tracklist:
“This love”
“Scarborough fair”
“Figlio perduto”
“La Califfa”
“Here with me”
“Serenade”
“How fare this spot”
“Hijo de la luna”
“She doesn’t see him”
“Solo con te”
“Gloomy sunday”
“La luna”
“First of may” (live)”
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.