Biografia

Tom Waits nasce il 7 dicembre del 1949 a Pomona, in California e inizia ad esibirsi alla fine degli anni ’60 proponendo la sua mistura di racconti, canzoni e fumose atmosfere jazz. Durante una delle sue apparizioni alla "Amateur Hoot Nights" del Troubador di Los Angeles, Waits viene notato dal manager Herb Cohen, che gli procura un contratto discografico con l’allora emergente etichetta Asylum.
CLOSING TIME mette in mostra un talento non ancora completamente a fuoco, ma già capace di firmare ottime canzoni, come nel caso di "Ol’55" (in seguito ripresa dagli Eagles) e "Martha". L’album successivo, THE HEART OF SATURDAY NIGHT, è una rappresentazione complessa del sottobosco umano che vive la notte tra marciapiede e night club di infima categoria, mondo popolato da cameriere e camionisti, il tutto in toni ereditati dal Kerouac di “Sulla strada”. A seguire viene pubblicato il live di inediti NIGHTHAWKS AT THE DINER, seguito da SMALL CHANGE. Le cose cambiano con FOREIGN AFFAIRS, album ancora più ispirato dal mondo beat e pieno di ottime canzoni, mentre tanto BLUE VALENTINE che HEARTATTACK AND WINE segnano un momento di equilibrio tra ballad e r&b jazzato nella produzione di Waits. La rotta di Waits si modifica bruscamente l'allontanamento dalla Asylum per la Island e con l’album SWORDFISHTROMBONES, nel quale fanno la loro comparsa strumenti esotici, tessiture armoniche e melodiche inusuali per la scrittura fino a quel momento relativamente lineare dell’artista.
Dopo aver partecipato a film come "Rumble fish", "Down by law" e "Ironweed", Waits pubblica un altro ottimo lavoro, intitolato RAIN DOGS, che vede la partecipazione alla chitarra del Rolling Stone Keith Richards. FRANKS WILD YEARS, l’album successivo, contiene canzoni scritte per uno spettacolo insieme a sua moglie Kathleen Brennan, basato su una delle canzoni di SWORDFISHTROMBONES. Da quel momento in poi comunque la produzione di Waits si fa discontinua fino ad arrestarsi completamente in alcuni momenti: tra le sue prove a cavallo tra anni ’80 e ’90 ricordiamo BIG TIME, NIGHT ON EARTH (una colonna sonora), BONE MACHINE e THE BLACK RIDER, mentre di recente è stata pubblicata una nuova doppia antologia dalla Island.
Dopo quasi 7 anni di silenzio 1999 esce a sorpresa un nuovo album, intitolato MULE VARIATIONS ed edito dalla etichetta punk Epitaph. Seguono, nel 2002 ben 2 album: ALICE e BLOOD MONEY. Entrambi sono frutto della collaborazione con il drammaturgo Robert Wilson, che aveva già dato vita a THE BLACK RIDER. Le canzoni di ALICE risalgono all’omonima messa in scena dei primi anni ’90, mentre quelle di BLOOD MONEY sono la colonna sonora del più recente “Woyzeck”.
Nel 2004 arriva REAL GONE, nuovo disco di inediti, e primo in cui Waits non suona il piano. Nel 2005 Tom Waits regala una canzone, “You can never hold back spring”, ed un cameo al nuovo film di Roberto Benigni, “La tigre e la neve”. La canzone, insieme ad altri inediti e rarità, finisce nel triplo cd ORPHANS, che esce a fine 2006. Nel 2009 arriva il disco dal vivo GLITTER AND DOOM LIVE.

DISCOGRAFIA ESSENZIALE:
CLOSING TIME – 1973, Asylum
THE HEART OF SATURDAY NIGHT – 1974, Asylum
NIGHTHAWKS AT THE DINER – 1975, Asylum
SMALL CHANGE – 1976, Asylum
FOREIGN AFFAIRS – 1977, Asylum
BLUE VALENTINE – 1978, Asylum
HEARTATTACK AND VINE – 1980, Asylum
BOUNCED CHECKS – 1981, Asylum
ONE FROM THE HEART – 1982, Columbia
SWORDFISHTROMBONES – 1983, Island
ASYLUM YEARS – 1984, Asylum
RAIN DOGS – 1985, Island
FRANK’S WILD YEARS – 1987, Island
BIG TIME – 1988, Island
NIGHT ON EARTH – 1991, Island
THE EARLY YEARS VOL.1 – 1991, Bizzare/Straight
BONE MACHINE – 1992, Island
THE EARLY YEARS VOL.2 – 1992, Bizzare/Straight
THE BLACK RIDER – 1993, Island
BEAUTIFUL MALADIES – 1998, Island
MULE VARIATIONS – 1999, Epitaph
ALICE – 2002, Anti
BLOOD MONEY – 2002, Anti
REAL GONE – 2004, Anti
ORPHANS – 2006, Anti
GLITTER AND DOOM LIVE - 2009, Anti
BAD AS ME - 2011 - ANTI (28 giu 2010)