«LIFE ON MARSICO - Christian Zingales» la recensione di Rockol

Christian Zingales - LIFE ON MARSICO - la recensione

Recensione del 11 ott 2019

La recensione

Già il titolo vale il prezzo dell’acquisto, per questo libro che racconta “Ascesa, caduta, ricadute e risurrezioni di Maurizio ‘Monofonic Orchestra’ Marsico”.

Scrivevo tempo fa qui su Rockol:

“Se uno come lui fosse nato negli Stati Uniti, o in Gran Bretagna, i nostri giornalisti ‘di tendenza’ l’avrebbero già beatificato da vivo. Invece è milanese, e la sua esplosiva, disordinata, beffarda creatività musicale (e non solo musicale) l’ha regalata come perle ai porci al distrattissimo pubblico italiano (e all’ancora più distratta critica musicale italiana, ammesso che esista una critica musicale italiana).

Perché Maurizio Marsico non è considerato alla pari di, che so, Brian Eno, Mark Mothersbaugh dei DEVO, o i Residents? Non lo so. Forse perché si è dedicato più alla ricerca del divertimento che alla costruzione cosciente di una carriera lineare. E forse anche perché nella sua disordinatissima attività si è nascosto dietro gli alias e gli pseudonimi più bizzarri: da Monofonic Orchestra a The Space Boys, da Fontana a Frisk the Frog, da Soul Boy a... Marsico”.

Zingales ricostruisce, cercando di mettere un po’ d’ordine, proprio lo zigzagante eppure coerentissimo itinerario artistico del musicista, che è strettamente intrecciato con la sua biografia – benché la sua musica non sia particolarmente autobiografica. Ampi squarci di racconto in prima persona del protagonista ci portano direttamente nel vivo delle azioni, e lo fanno con una candida sincerità che a volte rischia persino di imbarazzare il lettore, al quale pare di guardare dal buco della serratura.

Coinvolgente, appassionante, rivelatore.

Franco Zanetti

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.