«MEGADETH - SO FAR, SO GOOD... GLI ANNI D'ORO - Martin Popoff» la recensione di Rockol

Martin Popoff - MEGADETH - SO FAR, SO GOOD... GLI ANNI D'ORO - la recensione

Recensione del 16 lug 2019

La recensione

La band di Mustaine, il "reietto" cacciato dai Metallica. Il chitarrista fenomenale, incazzato come una bomba atomica che è rimasto preda della propria rabbia per troppi anni, prima di riuscire a mettere in atto la propria rivalsa (o quasi) nei confronti dei Four Horsemen.

Questo libro è la storia dei Megadeth della golden age - dal 1983 al 1998 - ossia quelli della formazione classica Mustaine/Friedman/Ellefson/Menza.

Fra desideri di vendetta, eccessi, casini e successi, si dipanano vicende in gran parte già raccontate da Mustaine nella sua autobiografia di otto anni fa... ma la lettura è piacevole (al netto di una certa farraginosità dello stile - chissà se per via della traduzione o dell'originale in inglese...).

Per veri fan. Anzi, megafan.

(a.v.)

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.