«SCUSATE SE ESISTIAMO - Dani Faiv» la recensione di Rockol

In “Scusate se esistiamo” Dani Faiv si trasforma in roccia mentre tutto brucia

Il rapper spezzino, in questo suo terzo progetto, mostra una nuova maturità: rappa, fra i tanti, con Salmo, Fibra, Gemitaiz e osa cantando con la sua ragazza, coinvolgendo il comico Filippo Giardina e un coro gospel.

Recensione del 30 mag 2020 a cura di Claudio Cabona

La recensione

Dani Faiv ha sempre cercato di staccarsi dalla massa. Alcune volte c’è riuscito, altre meno, ma come dicono i saggi non è nel traguardo il senso della vita, ma nel viaggio. “Scusate se esistiamo”, terzo album del rapper spezzino, è il suo progetto più completo e ambizioso, racconta il suo cammino di sacrificio e dedizione non solo nei testi, ma anche nella struttura delle canzoni, nell’idea che le regge. La hit “Yoshi” (oltre 60 milioni di stream su Spotify), uscita nel 2019 nel progetto “Machete mix tape 4”, gli ha regalato nuova forza e convinzione, l’ha spronato a osare ancora. Anche “Charles Manson (Buon Natale 2)” con Salmo, Lazza e Nitro, uscita lo scorso Natale, è stata un’altra iniezione di fiducia per l’artista di casa Machete.

E così in questo terzo capitolo della sua storia musicale (anticipato dal progetto “Scusate”, compreso poi nella struttura finale del disco) si possono trovare pezzi intimi, da pogo sotto il palco, aggressivi, ironici e spuntano anche ospiti e situazioni inaspettate come un coro gospel da sedici elementi, un duetto con la sua ragazza Luana e un monologo contro alcuni aspetti nefasti dei social interpretato dal comico Filippo Giardina. Non mancano i feat più tradizionali, molti di spessore: Salmo, Gemitaiz, Fabri Fibra, Jake La Furia, Shiva, Vegas Jones, Gianni Bismark, Hell Raton, Jack the Smoker, Nitro e Lazza. “È la rivincita di tutti quelli che vengono giudicati e criticati per il loro aspetto e non per il loro operato. È una risposta di amore all’odio, cosa che non si aspettano gli odiatori. Noi diciamo: scusate se esistiamo, scusate se facciamo musica, scusate se proviamo a far emozionare le persone”. Questo è uno dei dischi a cui tengo di più della mia carriera”, ha raccontato l’artista. Dani Faiv, sulla copertina è circondato dal fuoco, quello che vorrebbero appiccare gli haters, distruggendo la sua musica: non si fa scalfire, si è fatto roccia, con rime e invenzioni stilistiche riconoscibili, mai standardizzate, si prende la rivincita e ghigna in faccia a chi lo sottovalutava o lo dileggiava solo perché portava un paio di treccine colorate, senza badare alla sua musica. Nell'album “Scusate”, prima parte del progetto completo, si passa da flow ammiccanti come in “Cioilflow” a “Polvere e detriti”, un dichiarato tributo ai Club Dogo in cui le riflessioni si alternano alle fotografie della realtà.

In “Scusate se esistiamo” ci sono tre punti nevralgici: l’“Intro”, un pezzo intimo e potente, “Mosche depresse”, un attacco ai social attraverso il monologo di Filippo Giardina, e infine “Outro”, il pezzo di chiusura, in cui prende il sopravvento il calore di un coro gospel composto da sedici elementi. Quest’ultima è una delle tracce più riuscite e originali del progetto. Uno dei temi ricorrenti, come in “Aria" o in “Easy”, è l’umiltà, inteso come valore su cui fondare un proprio percorso. Non è un tema nuovo nell’immaginario del rapper, il suo primo album si intitola “The Waiter”, ma qui è affrontato con maggiore consapevolezza. “Scusate se esistiamo” è un album rap impreziosito da esperimenti che lo rendono diverso dalle classiche produzioni urban italiane.

TRACKLIST

#1
02. Kyte sul tempo (feat. Vegas Jones) - prod. Strage (03:12)
03. Freddy friendly (feat. Gemitaiz) - prod. Kanesh (03:11)
04. Weekend a Miami (feat. Shiva) - prod. Strage (03:15)
07. Aria (feat. Fabri Fibra) - prod. Kanesh, Yves The Male (02:56)
09. Easy (feat. Luana) - prod. Frenkie G (03:01)

#2
02. Cioilflow (feat. Salmo) - prod. Strage (03:06)
03. Polvere e detriti (feat. Jake La Furia) - prod. Kanesh (03:57)
05. Facce finte (feat. Gianni Bismark) - prod. Strage (02:46)
06. Machete Mob (feat. Lazza, Nitro, Hell Raton & Jack The Smoker) - prod. Low Kidd (03:47)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.