«ALPHABETLAND - X» la recensione di Rockol

...e alla fine, arrivano gli X: dopo 27 anni un disco degli alfieri del punk californiano

'ALPHABETLAND' ci restituisce - a sorpresa - una delle più grandi band di sempre della scena della west coast

Recensione del 30 apr 2020 a cura di Davide Poliani

Voto 8/10

La recensione

"Registrare un nuovo album? Non funzionerebbe: non ci sarebbe la chimica giusta. Alcuni di noi abitano in posti diversi, e sono testardi. Non voglio entrare nei dettagli, ma non suonerebbe come un disco degli X" - Billy Zoom a Rolling Stone USA, 2017

In due anni e mezzo, però, possono succedere un sacco di cose. Tipo di alzarsi un bel mattino dopo quasi due mesi di quarantena e ritrovarsi su Bandcamp un disco degli X nuovo di zecca. Degli X di "Los Angeles" - Billy Zoom, John Doe, Exene Cervenka e Bonebrake, che di dischi di inediti non ne pubblicavano da 27 anni. Niente pubblicità, niente hype, anche perché - di questi tempi - il mondo ha anche altre cose alle quali pensare.

Il rincorrersi delle linee vocali di Doe e della Cervenka - su "Delta 88", "Star Chambered" o "Free" - annulla le distanze temporali: quarant'anni, alla fine, sono passati molto in fretta, o forse non sono mai passati. Perché gli X, è vero, hanno saputo tenersi in forma restando più o meno sempre attivi sui palchi, ma talvolta non è la mancanza di allenamento a far sentire i segni del tempo. "Alphabetland" non è un'operazione nostalgia, né un grande ritorno: è la dimostrazione di quanto, entrando in uno studio o scrivendo una canzone, sia importante l'atteggiamento. 

Non sappiamo se sia stato merito di Rob Schnapf, il produttore che tra il novembre del 2018 e il gennaio scorso ha coordinato le due session durante le quali gli X hanno strizzato su nastro undici canzoni in meno di mezz'ora, se sia stato un progetto che cullato (segretamente) o se sia stata semplicemente fortuna: "Alphabetland" recupera la rabbia e l'energia dei primissimi anni Ottanta, con la chitarra di Zoom a frantumare progressioni rockabilly a colpi di crunch sotto gli intrecci vocali di Doe e della Cervenka, quest'ultima in splendida forma e perfettamente in grado di prendersi la scena - si senta, al proposito, "Star Chambered", o, in chiusura, lo stravagante spoken word di "All The Time In The World", alla quale ha prestato la propria chitarra anche Robby Krieger, compagno di gruppo di quel Ray Manzarek che si sedette dietro il banco mixer per le session di "Los Angeles", quarant'anni fa.

Per certi versi è un peccato che un colpo così ben assestato arrivi in un momento tanto particolare - il disco, prodotto dalla cult label Fat Possum, per ovvi motivi non potrà essere promosso dal vivo, almeno non a breve: la congiuntura, tuttavia, non toglie nulla ad "Alphabetland". Anzi. "Goodbye year, goodbye / please don’t make us cry (...) my bank account is down & out and overdrawn / I could go on & on & on / goodbye year, goodbye", cantano Doe e la Cervenka in "Goodbye Year, Goodbye". Forse questo disco non poteva arrivare in un momento migliore...

TRACKLIST
ALPHABETLAND 02:58
Free 02:14
Water & Wine 02:39
Strange Life 02:34
I Gotta Fever 02:27
Delta 88 Nightmare 01:37
Star Chambered 02:17
Angel On The Road 02:49
Cyrano deBerger's Back 03:04
Goodbye Year, Goodbye 02:16
All The Time In The World 02:05

TRACKLIST

01. ALPHABETLAND (02:58)
02. Free (02:14)
03. Water & Wine (02:39)
04. Strange Life (02:34)
05. I Gotta Fever (02:27)
06. Delta 88 Nightmare (01:37)
07. Star Chambered (02:17)
08. Angel on the Road (02:49)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.