Recensioni / 28 apr 2000

Andrea Mirò - IL CENTRO DEI PENSIERI - la recensione

IL CENTRO DEI PENSIERI
Merak/Sony (CD)
Non è il debutto reale, ma piuttosto quello ideale per Roberta detta Andrea Mirò, già autrice - in un passato lontano - di un album misconosciuto (e da lei stessa disconosciuto). Questo "Il centro dei pensieri", comunque, ben descrive le potenzialità della Mirò, chitarrista e pianista oltre che cantante. Alle spalle anni di gavetta trascorsi in tournée al fianco di Enrico Ruggeri, la musicista si è decisa a pubblicare il suo disco solo quest'anno ("Avrei potuto anche farlo prima", dice ora lei).
Bene: qui, oltre che la sanremese "Canzone del perdono", che apre l'album, ci sono altre undici canzoni, quasi tutte degne di questo nome. Saranno gli arrangiamenti, opera della premiata ditta Merak; sarà che nel disco suonano i musicisti di Ruggeri; sarà che l'Enrico ha scritto i testi, e la cosa, si sa, gli riesce piuttosto bene; sarà, infine, l'abilità compositiva di Andrea. Che raccontando l'album ha spiegato, "Semplicemente mi siedo al pianoforte e suono. Faccio musica, mi vengono in mente le immagini". E', in effetti, un disco di immagini "Il centro dei pensieri"; racconta storie di donne più o meno fortunate (In "Nairobi/Milano" si parla di prostitute"), storie minime, storie buone per tutti (non solo per tutte). Se per realizzare un disco buono come questo, che riesce a suonare rock senza sembrare ridicolo (una trentenne italiana non può fingersi simile ai Rolling Stones), la Mirò ha dovuto aspettare qualche anno, speriamo che faccia altrettanto con il suo prossimo lavoro. Che arrivi presto, insomma, ma non troppo, e che ci metta l'anima, come ha fatto qui.

TRACKLIST

01. La canzone del perdono
02. Nairobi/Milano
03. La scelta di Silvia
04. Perduti e immobili
05. Lavo le mani
06. La libertà
07. Il centro dei pensieri
08. Calda canzone
09. Il treno
10. Via di fuga
11. Guerra per la vita
12. La pioggia.