«WARMER - Jeff Tweedy» la recensione di Rockol

Jeff Tweedy ancora solista con "Warmer" (in attesa dei Wilco)

Il seconda disco di inediti del leader dei Wilco, il gemello di "Warm", uscito meno di un anno fa

Recensione del 27 ago 2019 a cura di Gianni Sibilla

La recensione

Poco meno di un anno fa usciva "Warm", primo disco totalmente inedito e in solitudine di Jeff Tweedy, la mente dei Wilco. Arriva ora il secondo capitolo di quel piccolo gioiello: "Warmer".

Fin dal titolo, si tratta di un secondo capitolo dello stesso progetto: le canzoni sono state registrate nelle stesse sessioni, e con lo stesso spirito. Ma questa seconda puntata risulta essere meno convincente.
E' un'uscita minore, per spirito e per momento: "Warm" arrivava a fine 2018, con i Wilco in pausa e con la contemporanea uscita dell'autobiografia del cantante, "Let's go, so we can go back". "Warmer" è stato pubblicato in sordina: prima solo in vinile ad aprile, per il Record Store Day - poi la pubblicazione sulle piattaforme digitali, durante l'estate. Ma nel frattempo la macchina dei Wilco ha ripreso a correre: la band è tornata in tour (sarà in Italia a metà settembre), e a ottobre esce il nuovo album "Ode to joy".

Inevitabile che questo album passi  in secondo piano - non solo per la tempistica, ma anche per le canzoni in sé: "Warm" aveva diversi brani memorabili, che univano il songwriting classico con piccoli deviazione sonore (sempre il marchio della band...). Qua lo schema è ancora più semplice, più dimesso: canzoni basate su chitarra acustica, con un tocco di elettrica un po' dissonante (che ricorda sempre i Wilco...), ma nessuna canzone davvero memorabile.

Un disco di lati B, per intenderci: che, se conoscete Tweedy, sono sempre meglio della media della produzione rock-cantautorale americana. "Warmer" è un album per fan, una sorta di complemento a "Warm" - ma se quest'ultimo era un passo interessante in una lunga storia, "Warmer" non lascia tracce davvero rilevanti. Attendiamo con interesse il nuovo disco dei Wilco, invece...

TRACKLIST

01. Orphan (02:50)
02. Family Ghost (03:08)
04. ...Ten Sentences (03:26)
05. Sick Server (02:54)
06. Empty Head (03:34)
07. Landscape (03:01)
08. Ultra Orange Room (02:38)
09. Evergreen (02:29)
10. Guaranteed (03:23)
11. Drawing from Memory (Charlie) (02:17)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.