«LIBERTé (SANREMO EDITION) - Loredana Berté» la recensione di Rockol

Loredana Berté - LIBERTé (SANREMO EDITION) - la recensione

Recensione del 21 feb 2019 a cura di Redazione

La recensione

La verità è che Loredana Berté è ha vinto il Festival di Sanremo 2019. Gli spazi per fare polemiche sono altri: vedi le tante interviste dei rosiconi uscite in questi giorni, compresa quella della Berté che dice che contro di lei è stata commessa un'ingiustizia, che voleva vincere per riscattare sua sorella Mia Martini, che la giuria d'onore dovrebbe essere composta da gente che di musica ne capisce. Qui ci limiteremo a dire che, almeno a livello morale, la vincitrice è lei: sul palco dell'Ariston, nella settimana del Festival, ha dato il massimo. Ha lottato come una leonessa (la sera dei duetti non era previsto che cantasse perché stava poco bene: ma mezz'ora prima che arrivasse il suo turno ci ha ripensato, è uscita dall'albergo e si è fiondata all'Ariston), con rigore, professionalità e massima concentrazione.

"Cosa vuoi da me", la canzone che Loredana Berté ha presentato in gara al Festival, scritta da Gaetano Curreri, Gerardo Pulli e Piero Romitelli, viene ora inclusa nella riedizione del suo ultimo album di inediti, "LiBerté", uscito lo scorso settembre, che è forse uno dei lavori più belli e meglio riusciti dell'intera discografia della cantante (dietro "Traslocando" e "Jazz", con il tocco magico di Ivano Fossati, e "Un pettirosso da combattimento", ispirato dalla scomparsa della sorella, a cui fu interamente dedicato).

"Cosa vuoi da me" è una delle tracce bonus del repackaging, oltre ai due medley live registrati durante il tour dello scorso anno: nel primo, Loredana propone "Petala", "Esquinas" e "Jazz", nel secondo "Stare fuori", "Madre metropoli" e "Indocina". Canzoni poco conosciute del suo repertorio, ma che non valgono meno di una "Non sono una signora" o di una "Dedicato".

Voleva fare una bella esibizione, ha detto, chiudere il cerchio dopo quarant'anni di carriera, senza scandali e senza clamori, lei che con il Festival ha sempre avuto un rapporto particolare: come quella volta che si presentò sul palco con il pancione (era il 1986, l'anno di "Re") o quella in cui venne squalificata perché la sua canzone era un plagio ("Musica e parole", 2008). Alla fine, Loredana a Sanremo ha ottenuto più di quanto qualsiasi artista potrebbe chiedere: le tre standing ovation del pubblico (cosa mai successa a Sanremo, un vero record) sono state la certificazione del ritrovato affetto del pubblico, che per troppi anni l'aveva dimenticata.
La regina è tornata sul trono.

TRACKLIST

01. Intro (00:16)
02. LiBerté (03:11)
03. Cosa ti aspetti da me (03:44)
04. Maledetto Luna-Park (03:10)
05. Babilonia (03:17)
06. Una donna come me (03:52)
07. Messaggio dalla luna (03:37)
08. Anima carbone (03:33)
09. Tutti in paradiso (03:12)
10. Davvero (03:19)
11. Gira ancora (03:01)
12. Non ti dico no (03:09)
13. Outro (00:52)
14. Petala / Esquinas / Jazz (Live) (05:47)
15. Stare fuori / Madre metropoli / Indocina (Live) (06:50)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.