«ROSSOCUORE - Pippo Pollina» la recensione di Rockol

Pippo Pollina - ROSSOCUORE - la recensione

Recensione del 19 feb 2000

La recensione

Un benvenuto a Pippo Pollina, grande camaleonte del pop. Quest'uomo è riuscito in un'impresa da molti ritenuta impossibile: modificare intonazione, timbro di voce, addirittura accento (!) a seconda della canzone che sta interpretando. Al punto che, all'ascoltatore distratto, "Rossocuore" può apparire di momento in momento opera di Gianni Morandi, Julio Iglesias, Fabrizio De André. Cambia atteggiamento (tono) anche nel corso dello stesso brano, quest'uomo: e il suo capolavoro assoluto è probabilmente "Prima che vi uccidano", in cui imita quasi alla perfezione "La costruzione di un amore" di Ivano Fossati.
Ma non crediate che questo disco sia pessimo: al contrario, lo definiremmo una discreta raccolta di ballate, disturbate ogni tanto da alcuni brani più ritmati che, diciamolo, non sono proprio il punto di forza di Pollina. Il quale, peraltro, può contare su amicizie illustri: come quella di Franco Battiato (che interviene in "Finnegan's wake", il brano che apre l'album) e di Nada (sì, proprio lei! Quella dei "Baci rossi"!), ospite in "I fiori del male". Dal suo dorato esilio svizzero, Pollina - che vive a Zurigo, ma è nato a Palermo nel 1963 - ha deciso di pubblicare anche in Italia "Rossocuore". E va premiato senz'altro per il suo coraggio, poiché - somiglianze con altri cantanti a parte - fa una musica che in Italia non c'è più. Infine, per scrivere le sue canzoni si è ispirato, dai titoli ai testi, a romanzi famosi, e l'idea non è pessima. Menzione speciale per "Lettera di un condannato a morte", più intensa delle altre, e per "Ciao ciao bambina", che nulla ha che vedere con il vecchio classico - ed è invece una piccola ballata augurale, sospesa tra il sogno e la poesia.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.