Rockol - sezioni principali

Recensioni / 08 gen 2018

Barbra Streisand - THE MUSIC…THE MEM’RIES…THE MAGIC! - la recensione

Voto Rockol: 4.5/5
Recensione di Francesco Arcudi
THE MUSIC…THE MEM’RIES…THE MAGIC!
Sony Music (CD)

Barbra Streisand – che piaccia o meno - è certamente una delle voci più belle al mondo, e ha sempre dato il meglio di sé nei suoi rarissimi tour. Straordinaria performer completa (attrice a Broadway e poi al cinema, cantautrice e perfino regista) in quasi sei decenni ha vinto tutti i premi possibili in tutte le categorie, dai Tony per il teatro, ai Grammy per la musica, fino all’Oscar, addiritttura alla sua prima interpretazione al cinema con “Funny girl”.

Il suo nuovo live, registrato durante il tour americano del 2016, è una carrellata di successi. La Streisand nella prima parte dell’album snocciola tutti le sue hit (è l’unica cantante al mondo ad aver avuto ameno un album primo in classifica in sei decadi). E anche se la sua voce a settant’anni passati non ha più la stessa potenza di una volta, il caldo timbro è sempre quello e la sua tecnica ineccepibile, soprattutto nei difficilissimi “filati” (il mantenere a lungo una nota acuta a bassissimo volume, quasi sussurrata).

Per cui è sempre un’emozione riascoltare “The way we were” da “Come eravamo”, “People” da “Funny girl” e “Evergreen” da “E’ nata una stella” o ancora “Papa can you hear me” dal suo primo film da regista “Yentl”. Nella seconda parte del concerto invece l’artista si diverte a interpretare brani che da tempo non eseguiva, e ovviamente molte canzoni del suo ultimo album in studio, “Encore”- brani da musical interpretati in duetto con star del cinema. Ecco quindi la splendida “Who can I turn to?”, duetto “virtuale” con Anthony Newley e la dolcissima “Pure imagination” da “Willy Wonka e la fabbrica di cioccolato”.

E quando a sorpresa entra Jamie Foxx e insieme duettano su “Climb every mountain” non ce n’è per nessuno, interpretazione da brividi. Vedere per credere il bellissimo documentario del live su Netflix, che comprende l’intero concerto e molti backstage. Ripetiamo, Barbra Streisand potrà piacere o meno, ma non si può restare indifferenti davanti a tale maestria, classe ed eleganza, e non emozionarsi con brani che hanno fatto la colonna sonora della nostra vita, almeno per tutti noi over…anta!