«A WONDERFUL WORLD - Susan Boyle» la recensione di Rockol

Susan Boyle e il suo disco per famiglie: la recensione di 'A wonderful World'

La cantante scozzese, salita alla ribalta nel 2009 grazie alla partecipazione a Britain's Got Talent, torna con un nuovo album in studio, "A wonderful World". Tra le altre tracce, c'è anche un duetto virtuale con Nat King Cole.

Recensione del 26 dic 2016 a cura di Redazione

La recensione

La storia del disco:
La partecipazione a Britain's Got Talent, nel 2009, rese Susan Boyle un vero e proprio fenomeno e trasformò il "brutto anatroccolo" in una delle voci più redditizie del mondo: il suo primo album "I dreamed a dream" vendette oltre 14 milioni di copie in tutto il mondo. Ma l'incantesimo si spezzò appena dopo qualche mese: il secondo disco, "The gift", non riuscì a spingersi oltre 3,5 milioni di copie vendute in tutto il mondo, il terzo si fermò ad appena 670.000. E così, la carriera di Susan Boyle finì per precipitare. Ma la cantante scozzese non si è mai fermata, ha continuato ad incidere: e lo ha fatto sempre per Syco Music, etichetta satellite di Sony fondata da Simon Cowell. Il suo ultimo disco, "Hope", è uscito nel 2014 ed ora arriva nei negozi un nuovo album in studio, questo "A wonderful World".



Come suona e cosa c’è dentro:
"A wonderful World" è un disco pensato essenzialmente per il mercato natalizio, anche se non contiene canzoni di Natale. Susan Boyle ha detto: "Mi sono divertita a comporre un disco che potesse piacere alle famiglie. Qualcosa che piacesse a tutti: un album che potesse essere ascoltato tutto l'anno e che potesse evocare ricordi". La formula migliore per raggiungere questo obiettivo? Incidere cover di una manciata delle canzoni più amate degli ultimi cinquant'anni di musica pop, "leggera": c'è un duetto virtuale con Nat King Cole su "When I fall in love", c'è una versione di Susan Boyle di "Like a prayer" di Madonna, la cover di "Angeles" di Robbie Williams, quella di "Mull of Kintyre" di Paul McCartney, il duetto con Michael Bolton in "Somewhere out there".

Perché ascoltarlo (o perché girare alla larga):
È un disco natalizio nel senso che è perfetto da ascoltare in famiglia, tutti insieme: l'atmosfera è proprio quella dei classici dischi di Natale, anche se qui dentro non ci sono vere e proprie canzoni di Natale.

La canzone fondamentale:
La canzone che evoca di più questa atmosfera natalizia è la traccia conclusiva: "When you wish upon a star", dalla colonna sonora di "Pinocchio": l'interpretazione di Susan Boyle è celestiale ed eterea.

TRACKLIST

02. When I Fall in Love (03:06)
03. Angels (03:55)
04. Somewhere Out There (03:32)
05. I Have a Dream (04:08)
06. Always On My Mind (04:05)
08. Mull of Kintyre (03:37)
09. Like a Prayer (03:22)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.