«50... IL SOGNO CONTINUA - Dik Dik» la recensione di Rockol

Dik Dik, i 50 anni di carriera di una band che vive il presente senza nostalgia del passato

I Dik Dik pubblicano un doppio album intitolato "50... Il sogno continua": si tratta di un progetto che vede il gruppo festeggiare i suoi 50 anni di carriera attraverso successi, inediti e cover realizzate da alcuni colleghi.

Recensione del 20 dic 2016 a cura di Redazione

La recensione


La storia del disco:
Negli ultimi tempi, le attività dei Dik Dik si sono concentrate prevalentemente sui tour che ha portato il gruppo ad esibirsi dal vivo in giro per l'Italia. Otto anni dopo l'uscita del loro ultimo album, "Sold out" del 2008, i Dik Dik tornano ora sulle scene con un doppio album con il quale festeggiano i cinquant'anni di carriera. Il disco è stato prodotto artisticamente dagli stessi Dik Dik e da Mauro D'Angelo, mentre la produzione esecutiva è a cura di Atmosfera Vintage / Egea Music, l'etichetta alla quale la band si è legata per la pubblicazione di questo disco.



Come suona e cosa c’è dentro:
Il primo disco comprende alcuni dei classici della band riarrangiati, da "Sognando California" a "L'isola di Wight", ma ci sono anche due brani inediti: "Punto su di te" e "Sulla nuvola", scritti da Mario Lavezzi e Danilo Amerio. Il secondo disco, invece, è una raccolta di tributi che hanno visto alcuni artisti italiani omaggiare i Dik Dik reinterpretando le loro canzoni: Elio e le Storie Tese sono presenti con la cover di "Help me" che avevano già inciso nel 1998 per "Peerla", Federica Camba (già autrice di alcuni successi di Alessandra Amoroso, Emma, Gianni Morandi) ha reinciso "Storie di periferia", Francesco Zampaglione - fratello di Federico, ex membro dei Tiromancino - ha rivisitato "Il vento". E poi ancora: I Salutumana sono presenti con la loro versione di "Viaggio di un poeta", mentre Johnson Righeira - insieme a Giorgio Li Calzi - è presente con la cover di "L'isola di Wight".

Perché ascoltarlo (o perché girare alla larga):
Presentando "50... Il sogno continua", i Dik Dik hanno detto: "Eccoci ancora qui, pieni di voglia, pronti alla battaglia: 'Il passato è un ricordo, il futuro un mistero, il presente un dono'. Noi viviamo il presente senza nostalgia del passato, ma guardando al futuro. Ecco, sono le parole che sanno meglio sintetizzare questo progetto: i Dik Dik hanno scritto pagine importanti della storia della musica italiana, ma a differenza di tanti loro colleghi vivono il presente senza nostalgia del passato, senza guardare con disprezzo quello che gli gira intorno. E hanno voglia di mettersi in gioco, come testimoniano i tributi che hanno fatto incidere nel secondo disco di questo doppio album.

La canzone fondamentale:
Di belle canzoni ne hanno incise i Dik Dik nel corso di questi 50 anni di carriera: ma la loro cover di "Wight is Wight", "L'isola di Wight", resta sempre un classico della musica italiana.

TRACKLIST

01. Punto su di te (03:45)
02. Sulla nuvola (03:51)
05. Vendo casa (04:16)
06. Io mi fermo qui (03:05)
07. Il vento (03:23)
08. L'isola di Wight (05:04)
10. Senza luce (04:48)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.