«SAINTMOTELEVISION - Saint Motel» la recensione di Rockol

Saint Motel - SAINTMOTELEVISION - la recensione

Recensione del 02 nov 2016 a cura di Barbara Nido

La recensione

La band di "My type", la canzone dal prorompente giro di sassofono divenuta famosa grazie a spot e trasmissioni TV, è tornata con un nuovo album intitolato "Saintmotelevision".


Il gruppo nasce a Los Angeles quando, nel 2009, le vite di due studenti di cinema, A/J Jackson (cantante e pianista) e Aaron Sharp (chitarrista), si sono incrociate; qualche mese dopo ai due si sono aggiunti Dak Lerdamornpong al basso e Greg Erwin alla batteria. Una volta raggiunta la formazione ufficiale, i Saint Motel hanno pubblicato il loro primo EP “For play”, ma per un vero e proprio album, “Voyeur”, si dovrà aspettare fino al 2012. Dal loro secondo EP “My type” viene estratta, oltre alla fortunata traccia omonima, anche "Cold cold man": grazie al successo di entrambi i brani la loro carriera decolla. Si giunge così a “Saintmotelevision”, nato dalla collaborazione con la Elektra Records.

Il disco si apre con “Move”: il primo brano selezionato per anticipare il loro nuovo lavoro è caratterizzato da una melodia tanto esuberante da sfociare quasi nel dance-pop e da un ritmo molto coinvolgente. Fra le dieci canzoni che compongono questo album, “Move” è sicuramente quella che maggiormente ricorda “My type”; sembra quasi che i Saint Motel volessero costruire un ponte fra quel che, sino a  quel momento era stato il loro percorso, ed il loro futuro.
Caratterizzate dalla stessa grinta, troviamo anche “You can be you”, anch’essa selezionata come singolo, e “Sweet Talk”. In questo lavoro appare evidente quanto al gruppo piaccia esplorare suoni sempre diversi al fine di appropriarsene rielaborandoli e marchiandoli con il loro stile inconfondibile: in “Destroyer” spiccano influenze funky adornate da assoli di sax e dalla presenza di chitarre elettriche, così come “Get away” che, grazie al piano sintetizzato e al basso, acquisisce un incedere quasi tribale.

Il quartetto ha elaborato un disco decisamente più elettronico rispetto al loro precedente lavoro, senza però disperdere il proprio stile: è un album caratterizzato da un ritmato ciclico e, per questo motivo, le tracce risultano un po’ omogenee; ciononostante è innegabile quanto questo miscuglio di strumenti e stili ispiri ottimismo e voglia di divertimento.

Proprio grazie alla loro capacità di distinguersi spiccano “Born again”, con il suo testo appena spirituale valorizzato da cori gospel, contrabbasso e piano, e “For Elise” allegra e intrigante canzone che rivisita il capolavoro dei Beethoven “Für Elise” senza forzature o eccessi.

La vera sorpresa è però “Happy accident”, un brano lento che incanta grazie al suono avvolgente della chitarra acustica; sicuramente lontano dal loro classico stile e dal resto dell’album, ma risulta essere un esperimento perfettamente riuscito.

Nel complesso Saintmotelevision forse non è perfetto, ma va ascoltato proprio per questo.

TRACKLIST

01. Move (03:07)
02. Getaway (03:01)
03. Destroyer (03:11)
04. Born Again (03:27)
05. Sweet Talk (03:12)
06. You Can Be You (02:57)
07. For Elise (03:23)
09. Slow Motion (02:56)
10. Happy Accidents (03:03)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.