«WORLD GONE MAD - Suicidal Tendencies» la recensione di Rockol

Suicidal Tendencies - WORLD GONE MAD - la recensione

Recensione del 12 set 2016

La recensione

di Andrea Valentini

Album in studio numero 12 per i Suicidal Tendencies, la storica band di Venice (California) che fu tra le prime a inaugurare la stagione eroica del crossover fra hardcore punk e speed/thrash metal nel 1983, con un album di esordio che rappresenta un pilastro del genere. E 33 anni dopo the song remains the same (come disse qualcuno)… in senso positivo ovviamente. Perché dai Suicidal ci aspettiamo i Suicidal e niente altro. È semplice.

Abbandonate in parte le velleità declinate in funk metal, la band da qualche anno è tornata con più determinazione alla ferocia del crossover metal/hardcore (diciamo in termini non lontani dall’era di “Join The Army” e “How Will I Laugh Tomorrow”). In formazione l’unico membro di lungo corso, presente fin dalla nascita della band, al momento è il taurino cantante Mike Muir. Ma i Suicidal contano anche su ben tre nuovi componenti, che hanno fatto ingresso nella band proprio quest’anno: Jeff Pogan (chitarra ritmica), Ra Dìaz (basso) e una vera celebrità del metallo estremo… sua maestà Dave Lombardo, ex Slayer. Una new entry, dunque, di peso estremamente ingombrante, che però risulta efficace e strumentale ad alzare il quoziente di violenza della musica dei Suicidal.

L’album è piacevole da ascoltare, alterna episodi più thrash-core (come l’opener “Clap Like Ozzy”) ad altri meno scavezzacollo, ma sempre potenti ed energici. Per cui – evidentemente – nonostante la “storia” sia rappresentata dal solo Muir, il sangue fresco ha giovato alle dinamiche compositive del gruppo.

Menzione speciale per il brano di chiusura, “This World”, una sorpresa cucinata in salsa alt-rock stile Jane’s Addiction dell’era “Nothing Is Shocking”. Qualcosa che dai Suicidal difficilmente ci si aspetterebbe.

Bella prova.

TRACKLIST

01. Clap Like Ozzy (04:23)
03. Living For Life (04:50)
04. Get Your Fight On! (04:55)
05. World Gone Mad! (03:56)
06. Happy Never After (06:04)
07. One Finger Salute (05:18)
08. Damage Control (05:14)
10. Still Dying To Live (07:37)
11. This World (04:51)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.