«WILD WILD WEST - Artisti Vari» la recensione di Rockol

Artisti Vari - WILD WILD WEST - la recensione

Recensione del 01 ago 1999

La recensione

Va bene che i pistoleri possono essere considerati i progenitori del gansta’ rap, ma qui si esagera. Roba da farsi cadere le braccia. Viene voglia di essere spietati e dire che questo disco è una mondezza. Che il selvaggio west non c’entra veramente niente con una compilation rap e r&b da classifica con tanto di Enrique Iglesias impegnato nel solito finto pezzo latino per l’estate, a dimostrare che l’esclusiva dei tormentoni non è di Ricky Martin, e che tutti sono figli di Marie Claire D’Ubaldo, e che anche lei è figlia dei Gipsy Kings e che tutti loro ai Santa Esmeralda gli possono solo lucidare gli zapatos… Che Will Smith – rapper e attore di grandissimo talento – se ne fotte e mette a segno l’ennesimo colpaccio, coinvolgendo nel suo poppish rap anche i Dru Hill: insieme prendono un vecchio pezzo di Stevie Wonder (“I wish”, seconda metà anni ‘70), uno ugualmente ossianico ma più recente di Kool Mo Dee (per l’appunto “Wild wild west”, seconda metà anni ‘80), li rottamano e ci tirano fuori l’hit del momento. Che il resto semplicemente non esiste, trattasi di rap riempitivo per un album che diventa lo stereotipo della colonna sonora improvvisata dal punto di vista della qualità e che però offre una ampia finestra a quanti abbiano voglia di mettersi in mostra, che qui sono i vari McLyte, Blackstreet, Eminem, Dr.Dre… Viene voglia di dire tutto questo, per cui forse è il caso di dirlo. Una citazione di demerito particolare per il brano di Tra-Knox “Lucky Day”, una delle canzoni più brutte ascoltate in decenni, una sorta di Stevie Wonder in crisi ormonale alle prese con una canzone che Wonder non firmerebbe neanche come scarto (e sì che di brutte ne ha scritte anche lui, a tratti). State alla larga.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.