«CRACCRACRICCRECR - Elio e le Storie Tese» la recensione di Rockol

Elio e le Storie Tese - CRACCRACRICCRECR - la recensione

Recensione del 15 giu 1999

La recensione

Numero uno, la copertina è bellissima. La loro migliore fino ad oggi, anche se, sinceramente, non che ci potesse essere una grande lotta con le precedenti. Numero due, il titolo si rifiuta di sistemarsi nella memoria. Succede quando si osa troppo, e forse anche perché il cervello, elemento notoriamente serioso, si rifiuta di sprecare anche un solo byte per memorizzare un suono senza senso come “Craccracriccrecr”. Numero tre, ahio, il disco non è proprio il massimo. Gli Eli ce la mettono tutta, con risultati in alcuni momenti spassosi e geniali, ma nel complesso “Craccr…” è discontinuo e già sentito. Molte canzoni, a tema, come “Il rock’n’roll”, “La bella canzone di una volta”, “Discomusic”, “Caro 2000”, finiscono proprio per sembrare dei temini, e, anche se episodi come “La visione”, “Sogno o son desktop” e “Che felicità” riportano in alto la fantasia del gruppo, alla fine dei vari ascolti si rimane un po’ insoddisfatti. E’ che forse, dietro la loro sigla demenziale e le aspirazioni pop, dietro la bravura di musicisti e la cultura e la verve umoristica, gli Eli si stanno un po’ sprecando, e non solo: la musica del gruppo, che deve contenere al suo interno tutte le pulsioni altrimenti inespresse dei cinque, caracolla e spasima sotto i colpi di metal, pop, lirica, stornelli, ecc., ma porta pochi risultati di ritorno. “Farmacista” ne è un esempio clamoroso: chi poteva immaginare una composizione lirica, con tanto di dialogo a tre, in un disco di Elio? Niente da invidiare a Mozart, tanto di cappello al gruppo, ma a cosa serve? Chi la capirà? Belle le prese per il culo a Jovanotti (“La visione”) e a Ligabue (“Bis”), ma servono a qualcosa? E comunque, “Bis” al di là della citazione è anche una brutta canzone di suo…Insomma, forse è arrivato il momento di aprirsi a nuove esperienze (in solitario, come sta facendo Elio con la lirica) e lasciare al gruppo un aspetto un po’ più destrutturato e fruibile, cercando di far lavorare le idee al proprio servizio e non viceversa.

TRACKLIST
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.