«YOU ARE FREE - Cat Power» la recensione di Rockol

Cat Power - YOU ARE FREE - la recensione

Recensione del 02 gen 2004 a cura di Davide Poliani

La recensione

Chan Marshall si è presa 5 anni per raccogliere le 14 piccole, delicate gemme che compongono "You are free". Per certe cose, si sa, ci vuole tempo, pazienza e un po' di sano divertimento ( come nel suo "The cover record"). Questo onde evitare di correre il rischio di approfondire un discorso ripetendosi, facendo in modo che l'ispirazione limpida e cristallina che da sempre caratterizza la produzione della timida cantautorice newyorchese d'adozione sia lì, percepibile tra le tracce del disco.
In "You are free" c'è tutto questo. Le canzoni, in primis, scritte con la classe di chi dai canoni del sadcore non si è mai fatta ingabbiare, semplici eppure tanto perfette da spiazzare, dove ogni passaggio si trova al posto giusto, dove non c'è nulla di più nè nulla di meno di quello che dovrebbe esserci. Le atmosfere, in secondo luogo: delicate e al contempo ruvide, che si adagiano magnificamente alla voce di Chan, esaltandola e avvolgendola con una grazia davvero rara; rifuggendo il minimalismo esasperato ma agendo comunque per sottrazione sugli arrangiamenti, Cat Power è riuscita, con questo disco, a superare certi luoghi comuni dell'indie "discreto" americano per regalarci un album onesto e coraggioso, oltre che estremamente bello. Tanto da far quasi dimenticare la presenza, in "You are free", di giganti come Warren Ellis (Dirty Tree in forze anche nei Bad Seeds di Nick Cave) e Eddie Vedder, o l'inserimento in scaletta delle cover "Werewolf" di Michael Hurley e "Keep on Runnin' (Crawlin' black spider)" di John Lee Hooker: perché quello di Chan è uno di quei dischi "piccoli" - nel senso migliore del termine - che ti abbagliano al primo ascolto e ti conquistano alla distanza, rischiando di non lasciarti più.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.