«PRESIDENTIAL SUITE - Chilly Gonzales» la recensione di Rockol

Chilly Gonzales - PRESIDENTIAL SUITE - la recensione

Recensione del 05 giu 2002

La recensione

Sasha Baron Cohen, alias Gonzales, ha la cosiddetta “faccia da sberle”: la naturale qualità di poter dire e fare quello che gli pare e piace senza alcuna preoccupazione e condendo il tutto con un sorriso beffardo.
Questo musicista canadese trasferitosi da qualche anno a Berlino ha deciso di estendere questo comportamento anche nella sua musica, ribaltando gli schemi, giocando con i suoni, usando maschere, nomignoli, una lingua tagliente e tanta fantasia.
Tempo fa Gonzo (uno dei suoi tanti alter ego) ha deciso che, nonostante gli anni impegnati nello studio del pianoforte (a cui è dedicata la copertina del disco: la figura dello strumento è camuffata per sembrare la sagoma di un toro), avrebbe dedicato la propria arte ad una forma di hip hop lontana dagli schemi culturali del ghetto americano, ma molto più vicina ad una sorta di “cabaret musicale”.
“Chiamatemi Chilly Chaplin perché sono venuto per essere applaudito/ Dalla Germania dell’Est giù nel vostro camino, chiamatemi Santa Klaus Kinski” canta nella title-track. Nella musica di Chilly spetta al linguaggio, alla voce e alla parola l’incarico di dettare legge sull’economia complessiva di un brano. Il musicista non vuole infarcire di fronzoli inutili le basi scheletriche ed essenziali che crea per le sue composizioni, ma si limita a tratteggiare scenari elettronici in cui si può muovere liberamente con le proprie rime.
Questo disco segna però una novità rispetto al precedente “The entertainist”. Gonzales, infatti, non sembra volersi più concentrare solamente sullo sferzante rap che aveva caratterizzato i suoi precedenti album, ma cerca di aprire nuove strade alla sua creatività inserendo inserti strumentali e brani assai lontani dall’hip hop. Così, se “So-called party over there” celebra ancora l’arte dei versi in rima la seguente “Shameless eyes” , una lenta ballata che lascia interpretare alla splendida voce dell’amica Feist, addolcisce immediatamente i toni dell’album.
Ma sono “Starlight” e “Salieri serenade” a stupire maggiormente. La prima, costruita su una scarna base, potrebbe far parte del repertorio di Frank Sinatra: una piacevole e sorprendente deviazione che arricchisce ancora di più lo spettro melodico di questo poliedrico compositore. La seconda è invece uno stravagante e divertente “minuetto” su cui si poggia un appena accennato rap e il cantato di Feist, probabilmente una reminescenza dei passati studi classici del nostro eroe.
Nella sua eterogeneità Gonzales ha costruito un album divertente e piacevole, che forse potrebbe essere odiato dai puristi del rap, ma che sicuramente si fa apprezzare per freschezza e godibilità. “Presidential suite” è l’album fondamentale per una festa alcolica e pazza in cui Chilly è il protagonista e unico cerimoniere.


(Giuseppe Fabris)

TRACKLIST

02. Shameless eyes
03. Scheme and variations
04. You snooze you lose
05. 1000 faces
06. Political platform shoes
07. Take me to Broadway
08. The joy of thinking
09. Decisions
10. Chilly in F major
11. Starlight
12. Nottom of the pops
13. Salieri serenade
14. Headstone park
15. Melodika
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.