«IN OUR GUN - Gomez» la recensione di Rockol

Gomez - IN OUR GUN - la recensione

Recensione del 03 apr 2002

La recensione

Ai Gomez sembrano non piacere molto le linee rette, almeno quando scrivono canzoni. Non è difficile riconoscere un filo conduttore nei loro brani, ma al gruppo inglese piace complicare un po’ le cose, infittire la trama dei suoni e concedersi spazio per tutte le divagazioni possibili. A questo scopo, l’elettronica offre loro una miriade di opzioni, anche se resta tutto sommato un elemento secondario, utile a bilanciare in senso moderno il tradizionalismo delle parti vocali e chitarristiche che determinano i tratti fondamentali dei pezzi. Così, se il riff di “Detroit swing 66” rimanda qualche eco da Rolling Stones d’annata (periodo “Beggars’ banquet” o giù di lì) e ”Sound of sounds” sa di West Coast, il rischio della fotocopia resta lontano. Inoltre, il gruppo ha una buona riserva di idee e ha conquistato ormai l’esperienza necessaria per evitare di ingarbugliarsi in qualche svolazzo di troppo. Certo, i Gomez non sembrano attrezzati nel modo migliore per azzeccare lo “smash hit”, ma è chiaro che non sono particolarmente interessati a scalare le classifiche dei singoli: il loro obiettivo è quello di costruire album solidi, che non si brucino nel giro di un paio di ascolti. E comunque sanno anche giocare la carta di una maggiore concisione, come accade in apertura e in chiusura, rispettivamente con il singolo “Shot shot” e “Ballad of nice and easy”, che beneficia del ritornello più facile e immediato di tutto l’album. I tre cantanti Tom Gray, Ian Ball e Ben Ottewell sono sempre efficaci, e quest’ultimo resta una delle voci più caratteristiche emerse negli ultimi anni. Insomma, il passaggio decisivo del terzo album (tale è “In our gun” se non si tiene conto dell’antologia di lati B “Abandoned shopping trolley hotline”) vede i Gomez in ottimo stato di forma, felicemente smarcati dalla necessità di mantenere la posizione di gruppo-rivelazione e desiderosi di conquistarsi un posto nell’empireo dei classici. Obiettivo ambizioso ma raggiungibile, anche se la band non ha ancora sfoderato il colpo di genio decisivo.

(Paolo Giovanazzi)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.