«CELEBRITY - 'N Sync» la recensione di Rockol

'N Sync - CELEBRITY - la recensione

Recensione del 04 set 2001

La recensione

Piccole boy band crescono: terzo album per gli ’N Sync, quintetto di Orlando fattosi le ossa al Disney Channel (ci lavoravano due dei componenti del gruppo), arrivato al successo più o meno per caso, complici una spiccata fotogenia, la capacità di stare su un palco e un team di produttori che conoscono molto bene il loro mestiere. “Celebrity” ha permesso ai ragazzi di totalizzare vendite (quasi) da record: negli Usa, un milione e ottocentomila dischi nella prima settimana. Il risultato è vicino ai fuochi d’artificio di “No strings attached” (2000), due milioni e quattrocentomila copie in sette giorni: questa nuova cifra ci insegna qualcosa. Per esempio, che per l’elettro-disco-pop c’è ancora spazio sul mercato, e molto. Poi, che dobbiamo metterci in testa una volta per tutte una verità incontestabile: per vendere dischi la voce e le abilità musicali non contano, inutile farsi (ancora!) illusioni. “Celebrity” è il frutto di un grande lavoro, su questo non c’è dubbio. Dietro ai cinque di Orlando c’è una squadra pressoché invincibile, capace di mescolare generi come fossero spezie in una minestra. Provate a immaginare una canzone-tipo, una qualunque: qui la troverete. Volete il funky? Ascoltate “Girlfriend”. Andate pazzi per la dance, disimpegnata e solare? Per voi ci sono ben tre brani, uno in fila all’altro: “Tell me, tell me... my baby”, “Up against the wall” e, se non vi bastasse, “See right through you”. Se siete ascoltatori curiosi e pronti a tutto, se vi piacciono i fratelli Jackson (qui ci sono canzoni che Michael e Janet adorerebbero: provate un po’ a sentire “Do your thing”), se, infine, in fatto di testi non avete troppe pretese, questo è senz’altro il disco che fa per voi. Già, i testi: ammesso che conti qualcosa, non sono certo l'atout dell’album. A turno Justin, JC, Chris, Lance e Joey bofonchiano frasi come: “Sento che arrivi dal Paradiso. Anzi, lo giuro”(“Something like you”), oppure promettono a una ragazza (e quale fan non vorrebbe essere al suo posto?) che faranno con lei qualcosa “in piedi contro un muro” (“Up against the wall”), o ancora si lamentano delle difficoltà che comporta una vita da star (in “Celebrity”: “Se non fossi famoso/ Saresti lo stesso così carina con me?”). Ma siccome, si sa, nessuno degli ’N SYNC è andato a scuola da Leonard Cohen, il fatto che le parole non siano proprio un granché è tutto sommato poco importante. Tolto questo, il vero lavoro che dovrebbe fare la band è un altro: quello sulle ballad. Mentre i brani ritmati funzionano abbastanza (compreso “The game is over”, raro esempio di pop da PlayStation), ascoltando i lenti vien voglia di tagliarsi le vene. In particolare la nostra critica va a “Gone”, che inizia (decisione insulsa!) con un finto rumore di finta vecchia puntina di grammofono su un finto vecchio 78 giri. Roba da innervosirsi sul serio, e il seguito della canzone non è meglio. D’altronde, si sa, nessuno è perfetto: così - visto che il resto dell’album funziona più che discretamente - sia lode e gloria agli ’N SYNC. Giovani, belli, e a quanto sembra felici: che altro c’è nella vita?

(Paola Maraone)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.