«AGARRA LA ONDA - Persiana Jones» la recensione di Rockol

Persiana Jones - AGARRA LA ONDA - la recensione

Recensione del 04 giu 2001

La recensione

Avere più di 700 concerti alle spalle non è cosa da poco per un gruppo. Significa avere raggiunto un affiatamento invidiabile ed essere capaci di captare gli umori del pubblico. "Agarra la onda" è indubbiamente figlio di questa vasta esperienza accumulata dai Persiana Jones sui palchi più disparati. L'album ha i numeri giusti per acchiappare l'onda favorevole di cui gode lo ska (quello incrociato con il punk, soprattutto) presso una vasta fetta di pubblico, ma non c'è nessun calcolo opportunistico, visto che la band si muove in questa direzione già da tempo. Giusta dunque la scelta di un complice di lusso come Darian Rundall, produttore dei Pennywise, coinvolto nella registrazione di "Agarra la onda", "Correndo solo" e "Ore e giorni". Un tocco in più al lavoro di produzione di Madaski, storico collaboratore dei Persiana dai tempi dell'esordio. Al di là dei suoni, si tratta di un lavoro divertente e piacevole fino in fondo (cioè fino alla ghost-track, una bella versione di "Guantanamera"), con testi semplici e diretti, giocato su un giusto equilibrio di serietà di intenti e voglia di non prendersi troppo sul serio. Tant'è che le due cover presenti, traccia nascosta a parte, sono il tema di "Hawaii 5-0" e "We're not gonna take it" dei Twisted Sister, nientemeno. A voler trovare un difetto, si potrebbe dire che manca un potenziale pezzo "di sfondamento", assenza compensata dal buon livello medio delle canzoni. D'altra parte, si tratta di una produzione indipendente, tagliata fuori a priori dal giro radiofonico e discografico dei grandi numeri. Ma avere l'hit a tutti i costi non sembra essere in cima alle preoccupazioni della band, alla luce di quanto canta Silvio Carruozzo in "Qualcosa da dire": "Ho visto 1000 gruppi in un anno andare su/ li ho visti scomparire ora non esiston più". Piuttosto che farsi triturare dal grande mercato, meglio tenersi il pubblico che si vuole divertire ai concerti. "Agarra la onda" lancia un messaggio chiaro verso questa platea: sotto il palco dei Persiana Jones c'è sempre movimento.

(Paolo Giovanazzi)

TRACKLIST

01. Senza
08. Senza - feat. Zazzo
11. Hawaii 5-0
13. Come te
15. Senza - feat. Madaski
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.