«FOLKABBESTIA - Folkabbestia» la recensione di Rockol

Folkabbestia - FOLKABBESTIA - la recensione

Recensione del 17 feb 2001

La recensione

Secondo biglietto da visita (un po’ più ambizioso e variopinto del primo) per il gruppo barese, che appartiene a quella categoria che mette particolarmente in difficoltà coloro che hanno il già ingrato compito di descrivere musica a parole. Per comodità dei colleghi, abbiamo deciso di elencare in un breve saggio filosofico tutte le possibili figure muscalretoriche che potrebbero risultare utili per una recensione di "Se la rosa…":
atmosfere slave, sapori irlandesi, tarantelle affacciate ai balcani (i balcani, non i balconi), trovatori urbani, folk-rock agricolo, patchanka europea, combat-folk ironico, ponte tra Bari e Bretagna, incrocio tra Bandabardo', Modena City Ramblers, Pogues, Gang, Vinicio Capossela (non vorremmo mai trovarci a un incrocio così affollato. Quel che è certo, è che scoppierebbe un bel putiferio per stabilire chi ha la precedenza), festaioli rurali, buskers mediterranei, cantastorie etnici, cantastorie dei giorni nostri (occhio: già usata da Baglioni), guasconi acustici, randagi melodici (mica male, eh?), banda di sbevazzoni (che provino a negare), menestrelli multiculturali in salsa danzereccia – e via straparlando.
Dopo aver faticosamente tentato di stabilire "come si chiamerebbero i Folkabbestia se non si chiamerebbero Folkabbestia", tiriamo le somme: sostanzialmente, i FAB sono un gruppo da vedere che fa non poca fatica a costringere in un tondino di plastica il clima da sano pandemonio che riesce a creare quando si trova sul palco. Tuttavia pochi dei gruppi loro "cugini" per affinità elettive sono riusciti a produrre dischi piacevoli e divertenti come "Se la rosa…" (decisamente, nei titoli non hanno la stringatezza di un Peter Gabriel). E’ vero che ogni tanto le soluzioni melodiche sanno di già sentito (il folk è grande e ad esplorarlo bene mette un po’ paura), ma i testi ("Pirateria" su tutti) e la versatilità nei temi affrontati testimoniano il salto di qualità dei "frottolieri" pugliesi.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.