«ROAD ROCK VOL.1 - Neil Young» la recensione di Rockol

Neil Young - ROAD ROCK VOL.1 - la recensione

Recensione del 07 dic 2000

La recensione

La domanda, direbbe qualcuno, sorge spontanea: l’ennesimo live di Neil Young, giusto a tre anni da “Year of the horse”? La risposta è si e no, contemporaneamente. E’ vero, il grande vecchio del rock ha una passione per i dischi dal vivo, tanto che ormai abbiamo quasi perso il conto di quanti ne ha pubblicati. Ma questo “Road rock” ha qualche peculiarità. Intanto non è registrato con i Crazy Horse, ma con “Friends & relations”, amici e parenti, come recita il sottotitolo. Nella prima categoria rientrano Ben Keith, Spooner Oldham, Donald “Duck” Dunn, Jim Keltner e Chrissie Hynde dei Pretenders. Nella seconda categoria Pegi e Astrid Young. Poi segna il ritorno all’elettrico, dopo l’ultimo disco di studio “Silver & gold”. Infine fa leva su un repertorio di tutto rispetto.
Si segnalano infatti in questo “Road rock” una epica versione di “Cowgirl in the sand”, l’inedita “Fool for your love”, “Words”, la sempre toccante “Tonight’s the night” e la dylaniana “All along the watchtower”, cantata con la Hynde.
Registrato nel corso dell’ultimo tour del nostro, “Road rock” è un disco d’altri tempi. Perché le odierne leggi del marketing impongono pianificazione e tempi lunghi, mentre e questo disco è piombato sul mercato quasi senza che nessuno se l’aspettasse. Perché è confezionato in modo semplice, quasi spartano, con i titoli scritti con l’ormai nota grafia. E, soprattutto, perché è fatto di un suono totalmente inattuale, ormai talmente grande da non permettere paragoni: quello dell’elettrica di Young. E, va detto, le canzoni scelte contribuiscono notevolmente ad esaltarlo. Certo, vedere Young dal vivo è un’altra cosa, un’esperienza non riproducibile in un disco. Un’esperienza che, peraltro, in Italia manca da troppo tempo. Per il momento questa è un’ottima consolazione.

(Gianni Sibilla)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.