«BLUES ON THE BAYOU - B.B. King» la recensione di Rockol

B.B. King - BLUES ON THE BAYOU - la recensione

Recensione del 19 nov 1998

La recensione

«Dei molti dischi che io e Lucille abbiamo avuto il piacere di registrare nel corso degli anni, questo è particolarmente sentito. È anche uno dei più ‘naturali’ e, per me, di maggior soddisfazione. Voglio raccontarvi come è nato.
Sono sempre aperto ai suggerimenti, e nei cinque decenni passati mi è sempre piaciuto che fossero altre persone a produrre la mia musica. Molti di questi produttori erano dei grandi, e molte delle loro produzioni si sono trasformate in successi.
Ma di recente ho sentito come l’urgenza di tornare alle origini. Forse dipende dalla mia età - sto per compiere 73 anni - o forse dalla convinzione che la band che ho in questo momento sia la mia migliore di sempre. Comunque, quale che sia la ragione, avevo voglia di tornare a qualcosa di semplice. E la mia idea era semplicemente questa: andare in studio e - senza alcun tipo di fanfara - registrare canzoni di B.B. King con la band di B.B. King sotto la supervisione di B.B. King.
Be’, ha funzionato.
Siamo andati a sud. Ci siamo chiusi in uno studio sperduto nella campagna fuori Lafayette, in Louisiana. Era come stare a casa e ci siamo divertiti moltissimo. Nessuno ci diceva cosa dovevamo fare. Nessuno ne aveva bisogno. Dopo tutto questa è la band con cui viaggio, con cui suono, con cui vivo e muoio notte dopo notte, per 225 notti all’anno.
Ho trovato alcune vecchie canzoni di B.B. King. Ne ho scritte alcune nuove. Entravamo in studio alle 11 del mattino e ne uscivamo quando eravamo stanchi. Lavorando in questo modo, abbiamo finito l’album in quattro giorni. Dal vivo, davvero. Niente sovraincisioni, niente trucchetti tecnologici. Solo del vecchio blues.
Blues on the bayou. Il mio augurio sincero è che questi blues vi diano lo stesso piacere che hanno dato a me. E grazie per aver tenuto me e Lucille nel vostro cuore per tutti questi anni.
B.B. King
p.s.: Se può interessarvi, la mia preferita è "I’ll survive", una canzone che ho scritto negli anni ’50. A quei tempi la cantavo, ma non sono sicuro che la capissi. Adesso so il significato di ‘sopravvivenza’.
Una volta tanto riportare per intero la nota di accompagnamento ad un disco può servire a sottolineare, come in questo caso, il rapporto sentimentale che lega un artista alla sua musica, alle registrazioni di un particolare momento. Un disco di blues scolastico, "Blues on the bayou", nel senso di una musica e un modo di interpretarla che hanno fatto scuola. King non è mai stato un estremista del blues, ma ha sempre badato a fare della sua musica una forma di entertainment, ma il suo stile chitarristico è ormai leggendario: fatto di fraseggi fulminei, spesso di poche note, con un suono saturato e inconfondibile - quello della sua chitarra Lucille - e dei picchi improvvisi. Questo album vuole essere una sorta di ritorno a casa, come ci illustra il protagonista seduto in poltrona sulla veranda di una tipica ‘farm’ del sud. "Blues on the bayou" suona B.B. King al 100%, e merita attenzione proprio per il legame sentimentale che lo unisce al suo autore. Tracklist:
"Blues boys tune"
"Bad case of love"
"I’ll survive"
"Mean ole’ world"
"Blues man"
"Broken promise"
"Darlin’ what happened"
"Shake it up and go"
"Blues we like"
"Good man gone bad"
"If I lost you"
"Tell me baby"
"I got some outside help I don’t need"
"Blues in ‘C’"
"If that ain’t it I quit"
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.