«SEVEN & SEVEN - Mc Lyte» la recensione di Rockol

Mc Lyte - SEVEN & SEVEN - la recensione

Recensione del 16 set 1998

La recensione

C’era una volta una sista’, una tigre hardcore al cui cospetto resistevano in pochi: si chiamava MC Lyte, era temuta dalle altre sgarzelle della scena (Salt’n’Pepa, Queen Latifah) e con alcune finiva pure per litigarci (Roxanne Shanté). Sono passati un po’ di anni e un po’ di album, e vista la piega presa dall’hip hop - che ha inasprito di molto i contenuti e addolcito i contenitori - questo album della rappers newyorkese si presenta come insolitamente misurato ed elegante. 21 canzoni per un lavoro lunghissimo e appassionato, pieno di rap stilosi e di campionamenti che citano il meglio della musica nera: alcuni esempi? "Le freak" degli Chic diventa "Woo woo", "Do it ‘till your satisfied" dei BT Express arriva in "Playgirls play", brano scritto e prodotto da LL Cool J, mentre "Put it on you" se la sciala con il sampler di "Fame" targato Bowie-Lennon (se non ve la ricordate, l’album è quello di Bowie "Young Americans"). E poi ancora "Love is the message" citata in "Propa’", "Better place" che contiene il clamoroso sampler di "Night shift" dei Commodores post Lionel Richie e vi farà sognare. Insomma, un album quantomai vario, realizzato con la collaborazione di alcuni nomi che contano sulla scena hip hop USA (citiamo tra i tanti quello di un’altra rapper, Missy Elliott) e che non mancherà di consolidare la posizione, alquanto pericolante, detenuta da MC Lyte negli ultimi tempi.

Track list:

  • In my business
  • Too fly
  • This emcee (interlude)
  • Top billin’
  • Give me what I want
  • Woo woo (Freak out)
  • Playgirls play
  • Put it on you
  • Propa
  • It’s all yours
  • I can’t make a mistake
  • Want what I got
  • Oogie boogie
  • Party goin’ on
  • Break it down
  • Closer
  • Radio’s nightmare (interlude)
  • My time
  • A**aholic anonymous (interlude)
  • King of rock
  • Better place
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.