L'ex manager dei Nirvana: 'Colpa di Courtney il declino del gruppo'

L'ex manager dei Nirvana: 'Colpa di Courtney il declino del gruppo'

Danny Goldberg, ex manager dei Nirvana, ha accusato la vedova di Kurt Cobain Courtney Love di essere stata la causa prima del declino della leggendaria grunge band: nel suo libro di prossima uscita, "Bumping into geniuses: my life inside the rock and roll business", l'uomo di fiducia del trio di Seattle individua nella leader delle Hole una presenza assolutamente deleteria nella storia del gruppo.

"Lei, per i Nirvana, è stata la fine di un'era e l'inizio di un'altra. Di colpo, l'oscura ombra dell'abuso di droghe si stagliò nel cielo della band, così fui costretto ad iniziare a confrontarmi con quei visi inespressivi e quegli occhi opachi propri degli eroinomani", scrive Goldberg. Il suo libro verrà distribuito negli USA a partire dal prossimo venerdì, 18 settembre.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2022 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.