America, in sella a un cavallo senza nome chiamato successo

Il fulminante esordio di tre ventenni nell'anno di grazia 1971
America, in sella a un cavallo senza nome chiamato successo

In principio erano in tre, gli America: Gerry Beckley, Dewey Bunnell e Dan Peek. Oltre all'amore per la musica il terzetto aveva in comune il fatto di avere ognuno un papà militare di natali americani di stanza in Gran Bretagna. I ragazzi si incontrano a scuola, a Londra, alla metà degli anni Sessanta, qualche anno più tardi mettono insieme il gruppo e dopo una gavetta fatta a suon di concerti giungono a pubblicare "America", l'album d'esordio, nel dicembre del 1971. Peek ha 21 anni, Gerry e Dewey solo 19. Il loro è un easy rock che profuma di West Coast, ma con evidenti screziature beatlesiane.

Un cavallo senza nome

L'omonimo disco che cinquanta anni fa diede il via alla carriera degli America venne pubblicato due volte nel volgere di qualche mese. La prima in Gran Bretagna nell'ultima settimana di dicembre del 1971; la seconda, quando si era già nel 1972, negli Stati Uniti. Tra i due album una sola differenza, ma fondamentale. L'edizione statunitense aveva in tracklist la loro più grande hit, "A Horse With No Name", misteriosamente non inclusa nell'edizione inglese, seppure in Gran Bretagna, dove la canzone uscì come singolo, nel dicembre 1971, prima dell'uscita dell'album aveva raggiunto la terza posizione della classifica di vendita. Nel marzo 1972 sia "A Horse With No Name" che l'album "America" conquistarono il primo posto della chart negli Stati Uniti. Gerry, Dewey e Dan fecero centro al primo tentativo e si ritrovarono al centro della scena.

L'esordio perfetto

"A Horse With No Name" è una di quelle canzoni che, da sole, valgono l'acquisto di un disco e che, da sole, ne possono decretare il successo. Ma sarebbe riduttivo archiviare a una sola canzone il disco d'esordio degli America, che a causa del loro garbato intreccio vocale potevano essere assimilati a dei novelli Crosby Stills & Nash. Nell'album sono presenti altri brani di buon valore come "Riverside", "Three Roses", "Sandman" e "I Need You", altra canzone che riuscì ad entrare nella Top Ten della classifica. "America" fu un esordio di grande successo, può essere considerato un esempio rappresentativo delle sonorità in voga in quel tempo e rimane il migliore album del gruppo.

Dan Peek esce dal gruppo

Neppure un anno più tardi, nel novembre 1972, il trio dette alle stampe "Homecoming" che include "Ventura Highway", un altro brano tra i più conosciuti della band. Praticamente per tutti gli anni Settanta gli America, con i loro album pubblicati a serrata cadenza annuale, frequentarono le zone alte della classifica, poi, nel 1977, accadde che Dan Peek, provato da una burrascosa vita dedita agli abusi lasciò i compagni per rimettersi in ordine seguendo un percorso spirituale che lo portò poi a incidere musica cristiana. Beckley e Bunnell nonostante abbiano diradato il numero delle loro pubblicazioni sono attivi ancora oggi alla soglia dei settanta anni d'età, sia in studio che dal vivo, ma non hanno più conosciuto da vicino il brivido del grosso successo riscosso dalla formazione a tre, fatto salvo l'exploit del singolo "You Can Do Magic" nel 1982.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.