Com'è andato il primo concerto dei Foo Fighters a piena capienza?

Spoiler: pare benissimo. Ieri la band capitanata da Dave Grohl si è esibita dal vivo a New York di fronte a 20 mila fan. In scaletta anche un omaggio ai Radiohead. I video dell'evento.
Com'è andato il primo concerto dei Foo Fighters a piena capienza?

È il rock dei Foo Fighters a trascinare New York definitivamente (?) fuori dal tunnel della pandemia e il mondo della musica dal vivo americana fuori da quello dell'inattività forzata. Ieri sera la band capitanata da Dave Grohl ha riportato la musica all'interno del Madison Square Garden, con il primo concerto a piena capienza: in sala circa 20 mila spettatori. Com'è andata?

La formazione di Seattle ha aperto lo show con "Time like these", tornata d'attualità - quantomeno nel significato - durante i mesi di pandemia. In scaletta, oltre a hit e a brani storici dei Foo Fighters come "The pretender", "Learn to fly", "My hero", "Walk" e "Monkey wrench", anche una cover di "Somebody to love" dei Queen (al microfono il batterista Taylor Hawkins) e una di "Creep" dei Radiohead (insieme al comico Dave Chapelle).

Non sono poi mancati i brani dell'ultimo disco di Grohl e soci, "Medicine at midnight", uscito lo scorso febbraio, come la title track, "Shame shame", "No son of mine" e "Making a fire". Nel finale pure un'anticipazione dell'album di cover dei Bee Gees che i Foo Fighters pubblicheranno a luglio con il nome di Dee Gees, "You should be dancing".

Ai fan, per accedere all'interno del Madison Square Garden, era chiesto il certificato vaccinale, motivo per cui molti no-vax hanno criticato duramente i Foo Fighters, accusati di essersi prestati a un'operazione di discriminazione. "Non vi saluto, stasera. Perché sono sicuro che ci rivedremo prestissimo", ha detto Grohl alla fine del concerto. 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.