Lil Pump, critiche ‘postume’ a Juice WRLD (e polemica con i suoi fan)

Il rapper di ‘Gucci Gang’ accusato di aver mancato di rispetto - in un verso di una nuova canzone - nei confronti del suo collega scomparso nel 2019
Lil Pump, critiche ‘postume’ a Juice WRLD (e polemica con i suoi fan)

Sta sollevando un polverone un verso inserito in un nuovo brano di Lil Pump che il rapper di Miami ha presentato in anteprima sul proprio canale Instagram ufficiale. Gazzy Garcia - questo il nome all’anagrafe del cantante - ha postato una breve clip dove ascolta la canzone (il cui titolo, al momento, non è ancora stato confermato) nella quale è presente la frase “Mama told me don’t go to school on a Percocet / Like Juice WRLD, 70 pounds on a private jet” (“La mamma mi ha detto di non andare a scuola sotto Percocet / Come Juice WRLD, 70 libbre su un jet privato”.

Le “70 libbre” fanno riferimento al quantitativo di marijuana rinvenuto dalle autorità aeroportuali di Chicago sul jet dove Juice WRLD ha accusato il malore che gli sarebbe risultato fatale: gli esami autoptici condotti sul corpo dell’artista individuarono in un’overdose accidentale di Percocet, un antidolorifico a base di ossicodone e paracetamolo, la causa della morte.

Lo scarso tatto dimostrato nei confronti del collega ha scatenato le reazioni della fan base della voce di “Goodbye & Good Riddance”: “Vaffanculo, ti odio”, “Quel verso è ridicolo”, “Ti dimenticheremo, ma le tue azioni sono imperdonabili: possa la tua carriera risposare nella spazzatura”, sono solo alcune delle reazioni postate sui social dai fan di Jarad Anthony Higgins.

Lil Pump, solo negli ultimi tre anni, ha collezionato un’impressionante serie di guai e controversie: dopo essere stato condannato a due mesi di detenzione nel settembre del 2018 per guida senza patente ed essere stato fermato in Danimarca e in Florida, nel dicembre dello stesso anno, rispettivamente per oltraggio a pubblico ufficiale e disturbo alla quiete pubblica, il rapper è stato accusato da Geoff Barrow dei Portishead di aver campionato senza autorizzazione una porzione di “Annihilation”, colonna sonora dell’omonimo film diretto da Alex Garland uscito nel 2018, per la sua “Racks on Racks”:

Lo scorso mese di dicembre l’artista è stato bandito a vita dalla compagnia aerea JetBlu per essersi rifiutato di indossare una mascherina su un volo che lo stava portando da Los Angeles a Fort Lauderdale, in Florida.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.