Il meglio del 2020, secondo Paolo Panzeri

Con i migliori auguri per il 2021.
Il meglio del 2020, secondo Paolo Panzeri

Che quella del 2020 non sia stata una grande annata è cosa risaputa, ma, come cantava tanti anni fa un grande genovese, 'dal letame nascono i fior'. Quindi, sguardo puntato in avanti e fiducia nel futuro. Il gioco consiste nell'indicare in cinque punti il meglio del 'venti-venti', come lo chiamano i pagliacci, che si va a chiudere nella giornata di oggi. Io vado con i vincitori e del 2020 porto con me:

  • Tra i musicisti di casa nostra, il vincitore per antonomasia è quello del festival di Sanremo. Quest'anno a sbancare la più importante manifestazione canora italiana è stato, agli inizi dello scorso febbraio, Diodato, con la canzone "Fai rumore". Giusto una manciata di giorni prima che il virus calasse su di noi.

  • La regina della cerimonia dei Grammy Awards 2020 è stata Billie Eilish. Si è imposta in cinque categorie, soprattutto nelle due che più contano: la canzone dell'anno "Bad Guy" e l'album dell'anno "When We All Fall Asleep, Where Do We Go?". E poco importa che queste siano registrazioni del 2019, Billie è stata grande anche nel 2020. Per dire, quest'anno, le è stato affidato il compito di interpretare – la più giovane di sempre – "No Time to Die", il tema della colonna sonora del nuovo film della saga cinematografica dedicata a James Bond in uscita nel 2021.

  • Se di vincitori si parla, non si può mancare di nominare Taylor Swift. Alla ancora verde età di 31 anni la cantautrice statunitense sta riscrivendo il libro dei record (almeno negli Stati Uniti) e nel 2020 ha pubblicato non uno, bensì due album: "folklore" e, più di recente, "evermore". Due dischi molto diversi da quanto pubblicato in precedenza. Una decisa sterzata musicale verso l'indie-folk. Una sterzata di gran classe. E successo.

  • La loro vittoria sta nell'avere inciso un nuovo album dopo sei anni. Di averlo fatto dopo avere rischiato di chiudere l'attività a causa di una serie di traversie che gli si sono abbattute contro. Poi, per noi inguaribili romantici, il lieto fine. I pianeti si sono allineati, Brian Johnson, Phil Rudd e Cliff Williams sono tornati nella band e gli AC/DC hanno pubblicato "Power Up". Potrebbe essere il loro canto del cigno? Chissenefrega. It's only rock'n'roll but I like it.

  • Da ultimo mi piace ricordare che Rockol nel 2020 ha compiuto 25 anni, a suo modo una vittoria. Un traguardo poco banale e meno scontato di quanto si possa pensare. Tanti auguri, ci vediamo nel 2021.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.