"Cantare con Taylor Swift è come ballare con Gene Kelly", dice Matt Berninger

Il duetto tra Taylor Swift e il cantante dei National, appena uscito (potete ascoltarlo qui), raccontato da quest'ultimo.
"Cantare con Taylor Swift è come ballare con Gene Kelly", dice Matt Berninger

"Cantare con Taylor Swift? È come ballare con Gene Kelly". È amore - quantomeno artistico - tra i National e Taylor Swift. Dopo aver conquistato Aaron Dessner, che - insieme all'ex Fun. Jack Antonoff e a Bon Iver - ha affiancato la 30enne popstar statunitense nelle lavorazioni dei suoi ultimi due album, "Folklore" e "Evermore", usciti a distanza di meno cinque mesi l'uno dall'altro (il primo è stato pubblicato a sorpresa il 24 luglio scorso, l'altro appena lo scorso venerdì), Taylor Swift conquista ora anche il frontman della band simbolo dell'indie rock americano.

Matt Berninger duetta con Taylor Swift in una delle canzoni incluse in "Evermore", "Coney Island", incisa proprio con i National (tra gli ospiti dell'album insieme allo stesso Bon Iver e alle Haim). All'indomani dell'uscita del disco, il 49enne cantante racconta così sui social cosa ha significato per lui condividere con la giovane popstar, paragonandola nientemeno che al leggendario ballerino statunitense: "Mi ha fatto fare una bella figura e non mi ha lasciato cadere. 'Coney Island' è una canzone incredibilmente bella che lei e Aaron Dessner hanno scritto insieme".



"Folklore" e "Evermore" hanno segnato per Taylor Swift un ritorno alle sonorità country pop degli esordi dopo la svolta elettronica che con album come "1989" del 2014, "Reputation" del 2017 e "Lover" del 2019 ha reso la cantautrice statunitense una popstar d'alta classifica.


La collaborazione tra Taylor Swift e Aaron Dessner è nata la scorsa primavera, quando la cantautrice ha deciso di scrivere, registrare e produrre in gran segreto dentro casa sua, in isolamento a causa della pandemia, un nuovo album di inediti.

I due hanno raccontato alcuni retroscena del loro sodalizio - poi rinnovatosi per "Evermore" - nella performance esclusiva registrata tra le pareti del Long Pond Studio, la sala di registrazione di proprietà di Dessner costruita all'interno di un cottage sulle rive del fiume Hudson, a New York, e pubblicata su Disney+ (
qui la nostra recensione).
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.