Righeira, "L'estate sta finendo" 35 anni dopo: è una canzone "rubata"?

"L'estate sta finendo", "Un giorno all'improvviso", "Amico vagabondo"... l'indagine di Michele Bovi nel suo libro "Ladri di canzoni"
Righeira, "L'estate sta finendo" 35 anni dopo: è una canzone "rubata"?

"L'estate sta finendo, 35 anni fa: ecco tutti i contenuti dello speciale di Rockol:

un'intervista con Johnson Righeira, coautore e uno dei due interpreti (con Michael Righeira)
un'intervista con Carmelo La bionda, coautore e uno dei due produttori (con suo fratello Michelangelo)
un'intervista con Claudio Pascoli, che suona il celebre assolo di sassofono della canzone
un ricordo di Rocco Tanica (Sergio Conforti), che partecipò alla registrazione come tastierista
una testimonianza di Guido Harari, che scattò la foto di copertina
un contributo di Michele Bovi, storico della canzone italiana, a proposito delle "somiglianze" della canzone 
un contributo di Renzo Stefanel, giornalista e scrittore
un contributo di Marco Levi, scrittore e musicista
un elenco di cover della canzone, preparato da Maurilio Giordana

 

Il canto simbolo della tifoseria partenopea s'intitola "Un giorno all'improvviso", ha pochi anni di vita ma è diventato popolarissimo anche oltre i confini italiani, tradotto in spagnolo per i supporter del Barcellona e in inglese intonato dal 2018 anche dai tifosi del Liverpool per esaltare i propri giocatori. 

I retroscena sono stati svelati in televisione nel maggio del 2017 da "Le Iene".

In un'intervista al programma di Italia 1 la cantante napoletana Lena Lane (nome d'arte di Valentina Capano) ha raccontato di essere l'autrice di "Un giorno all'improvviso (M'innamorai di te)". La sua opera dell'ingegno, secondo l'esposizione dell'artista, consiste in strofe originali assemblate a un ritornello che riproduce con un testo completamente nuovo un successo del 1985 del duo torinese Righeira: "L'estate sta finendo". Per il brano interpretato dall'autrice è stato realizzato un videoclip accolto con straordinario favore sulla piattaforma di YouTube. Così Lena Lane nell'intento di regolarizzare i diritti d'autore della canzone si era messa in contatto con gli editori di "L'estate sta finendo", i fratelli Carmelo e Michelangelo La Bionda, due precursori della discomusic italiana, proponendo un deposito che riconoscesse il 70 percento dei profitti a lei e il rimanente 30 percento agli autori del ritornello rielaborato. .

Al rifiuto degli interlocutori, motivato dal fatto che il passo musicale utilizzato per i cori delle tifoserie è proprio e soltanto la parafrasi del ritornello di "L'estate sta finendo", la cantautrice e il suo produttore Giovanni D'Ambrosio hanno effettuato un'indagine sui precedenti della melodia in oggetto – così come fanno i periti a difesa degli imputati nelle cause per plagio – scoprendo una tangibile analogia in un motivo pubblicato nel 1980, intitolato "Amico vagabondo", composto ed eseguito da Emilio Orgiu, in arte Emilio Doria, con le parole di Claudio Fontana.

I due autori hanno a loro volta riferito all'inviato de Le Iene che, vivendo a Parigi, avevano depositato "Amico vagabondo" alla SACEM, la società francese degli autori. Accortisi della somiglianza con "L'estate sta finendo" si erano rivolti a un legale indicato dalla SACEM che li aveva sconsigliati di intraprendere una causa per plagio. "Un giorno all'improvviso" ha rimesso in moto le speranze: quando Lena Lane ha chiesto a loro il permesso di utilizzare il ritornello di "Amico vagabondo", in cambio del riconoscimento della parziale paternità e di una quota di edizioni della nuova canzone, hanno accettato con entusiasmo pregustando un'imminente resa dei conti coi Righeira. .

Nel frattempo gli aventi diritto di "L'estate sta finendo", che sono Stefano Righi e Stefano Rota (i Righeira) più Carmelo La Bionda, sono corsi ai ripari ed hanno depositato alla SIAE un bollettino dal titolo "Un giorno all'improvviso", un altro "Un giorno all'improvviso m'innamorai di te", un terzo "Un giorno all'improvviso mi innamorai di te" (senza l'apostrofo), tutti e tre segnalati come emanazioni dell'originale Estate sta finendo.

Insomma un contropiede a tutto campo, come ben si addice a un inno calcistico, che non ha lasciato spiragli e che ha impedito a Lena Lane e Giovanni D'Ambrosio di ratificare il documento concordato con gli autori di "Amico vagabondo". La SIAE ha infatti rifiutato il loro deposito. Non ha potuto invece respingere quello di "Amico vagabondo", proveniente dalla SACEM e omologato dall'editore francese Panache. “I due autori hanno deciso di spingersi in fondo alla questione" – racconta Italo Mastrolia, avvocato romano specializzato in diritto d’autore – "Hanno richiesto una perizia al maestro Simone Fermani, consulente del Tribunale di Milano, per conoscere un parere tecnico sulla somiglianza. Secondo Fermani sussiste un’identità dei due brani pari a otto battute, e sebbene dalla contestuale ricerca storica emerga una coincidenza di quattro battute con un’aria di Johann Sebastian Bach, egli non esclude il carattere di originalità e quindi di tutelabilità di 'Amico vagabondo'”. .


La questione è in mano allo studio legale milanese D’Ammassa che assiste i querelanti; e la SIAE, che ha ricevuto una diffida proprio per aver accettato i nuovi depositi di La Bionda e compagnia, ha congelato il flusso dei diritti d'autore in attesa di un accordo tra le parti o del giudizio di un magistrato. Nel frattempo l'inno "Un giorno all'improvviso" è diventato pure il titolo e il tema conduttore di un film presentato a Venezia nel 2018 dal regista napoletano Ciro D'Emilio. Va aggiunto che anche lo stadio San Paolo, santuario calcistico del capoluogo campano, è in discussone come luogo originario del conteso inno. All'Aquila i tifosi abruzzesi vantano centinaia di prove audio e video che "Un giorno all'improvviso m'innamorai di te", stesse parole dell'attacco e stessa musica, venisse cantato sugli spalti del locale stadio Tommaso Fattori già a metà del 2014, due anni prima del debutto della canzone a Napoli. Chi sono gli autori del testo aquilano? Il popolo degli ultras, nessun nome preciso: una sorta di Omero del pallone. 

Se la vicenda come sembra finirà in tribunale, ancora una volta saranno i periti di parte e il consulente nominato dal giudice a rintracciare gli antenati musicali di "L'estate sta finendo" e di "Amico vagabondo". Dopo di questi autori c'è stato nel 1998 Amedeo Minghi con "Decenni" ad avvicinarsi all'orecchiabilità di quella stessa frase melodica. Prima di loro, quanti altri oltre a Bach?

Michele Bovi


Il testo qui sopra è tratto da "Ladri di canzoni", il libro di Michele Bovi pubblicato da Hoepli, per gentile concessione dell'autore e dell'editore (qui la recensione di Rockol).

https://a6p8a2b3.stackpathcdn.com/wY445dYU3AYXoLjpuIoKh-f8-cA=/700x0/smart/rockol-img/img/foto/upload/ladri-di-canzoni.jpg
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.