Quando James Bond rifiutò Debbie Harry (Blondie)

Nel 1981 la band newyorchese era all'apice del suo successo, ma 007 non ne volle sapere...
Quando James Bond rifiutò Debbie Harry (Blondie)

Nel 1981, quando il regista John Glen venne incaricato di girare il dodicesimo episodio della saga cinematografica di James Bond 'For Your Eyes Only' ('Solo per I tuoi occhi', nella versione italiana), i Blondie erano all'apice della loro fama, avendo già piazzato alla posizione numero uno della classifica di vendita ben quattro brani: "Heart of Glass", "Call Me", "The Tide is High" e "Rapture".

Caricamento video in corso Link

Tempo dopo John Glen disse a Sally Hibbin, che ha scritto alcuni volumi sui film dell'agente 007:

"Siamo andati il più lontano possibile. Avevamo bisogno di un cambiamento di un qualche tipo, per tornare alle origini di Bond. Volevamo che il nuovo film fosse più un thriller che un gioco, senza perdere di vista ciò che ha reso famoso Bond: il suo umorismo”.

Qualcuno nella squadra della produzione pensò, per la colonna sonora, che i Blondie fossero un abbinamento perfetto: una band con umorismo, arguzia e una intelligenza tutta sua e, in più, che aveva successo. Anche se, come sottolineò Jon Burlingame, nel suo libro sulle colonne sonore di Bond, la formazione newyorchese venne presa in considerazione per un lasso di tempo molto breve da Bill Conti, il compositore incaricato di comporre il commento sonoro alla pellicola.

Questo quanto detto, sulla vicenda, dalla leader della band newyorchese Debbie Harry:

“Volevano solo che cantassi sul loro brano. In realtà, noi scrivemmo una canzone, una nostra versione, e gliela mandammo”.

Quella canzone venne respinta, e il tema del film fu quindi interpretato dalla cantante scozzese Sheena Easton. I Blondie pubblicarono ugualmente la loro versione nell'album e la pubblicarono nel 1982 in “The Hunter”. L'album, il sesto della loro discografia, non riscosse il successo dei precedenti e, da lì a poco, la band finì addirittura per sciogliersi. Prima di ricomporsi e tornare nei negozi di dischi con “No Exit” (leggi qui la nostra recensione), ben diciassette anni dopo, nel 1999.

Caricamento video in corso Link
Caricamento video in corso Link

Nonostante la delusione per non essere stati scelti per interpretare il tema di un film di James Bond, i Blondie soono rimasti sempre dei fan dell'agente segreto più noto di tutti i tempi, in concerto, infatti, hanno proposto, oltre a "For Your Eyes Only", anche i temi di altri film della saga, come 'Goldfinger' e 'From Russia with Love'.

L'interprete originale del tema di 'Goldfinger', film uscito nel 1964, è stata la cantante gallese Shirley Bassey, che proprio al connubio con 007 deve gran parte della sua notorietà. Mentre il tema di 'From Russia with Love' (in italiano, 'Dalla Russia con amore'), del 1963, venne interpretato dal cantante inglese Matt Monro.

Caricamento video in corso Link
Caricamento video in corso Link
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.