25° Premio Tenco: le parole di Roberto Vecchioni

25° Premio Tenco: le parole di Roberto Vecchioni
Al Premio Tenco di quest’anno il vero festeggiato è lui, Roberto Vecchioni, che nel suo tabellino personale ha fatto registrare 25 presenze su 25 edizioni della rassegna. Un ‘premio fedeltà’ che il Professore ha accettato con gioia, così come l’omaggio fattogli da alcuni dei cantautori presenti alla tre giorni. E l’intervista con Rockol diventa un pretesto per parlare di parole, per esplorare le mille sfaccettature del mestiere di Vecchioni che ne vedono inevitabilmente l’utilizzo: “Le parole significano e sono, perché altrimenti anche i segni e le espressioni hanno significato, e forse per comunicare le parole sarebbero quasi superflue. Invece le parole sono, disegnano scenari, creano mondi diversi come diverse sono le parole scelte per crearli”. Parole come quelle utilizzate per il tuo diario del tour pubblicato su Rockol: “Sì, in quel caso, nonostante l’esigenza di comunicazione fosse legata alla rapidità e alla sintesi, mi sono avvicinato alle parole come sempre, delegando loro l’espressione di quanto andava succedendo”. E parole come quelle del tuo romanzo: “...che ho imparato a mettere insieme sull’esempio di grandi maestri. Non credo che il mio pubblico ‘librario’ sia diverso da chi mi segue abitualmente, al contrario: credo che chi compra i miei libri sia convinto di portarsi a casa qualcosa di mio in un’altra forma”. L’insegnamento prosegue con alcuni incarichi universitari: terrai lezioni sui primi tre album di Guccini e tre di De André che sono “La buona novella”, “Tutti morimmo a stento” e “Non al denaro, né all’amore né al cielo”. Ti sembrano in qualche modo legati? “No, più che altro dovevo darmi un limite nella trattazione di due autori così importanti, perché le lezioni sono poche, e così ho pensato che avrei dovuto concentrarmi su qualcosa. L’argomento di quegli album di De André è sufficientemente interessante da spiegare da solo la mia scelta, mentre per i primi tre album di Guccini ho scelto di concentrarmi sul primo periodo della sua carriera, quello in cui – come nel prologo di un libro - sono contenuti i semi di tutto ciò che avrebbe sviluppato in un secondo tempo”.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.