Biografia

NKate Tunstall McAllister nasce ad Edimburgo il 23 giugno del 1975 da padre irlandese e madre di discendenza cinese. Viene adottata subito dopo la nascita da una coppia residente nella cittadina scozzese di St. Andrews. Lì trascorre l’adolescenza e inizia ad esibirsi con alcuni gruppi locali come i Red Light Stylus, affinando le sue doti di chitarrista e autrice di canzoni quando gli studi la portano a trasferirsi per qualche tempo nel New England nordamericano. Comincia a farsi notare dal pubblico internazionale cantando, in studio e dal vivo, con l’ensemble multietnico degli Oi Va Voi, ma è solo grazie al primo singolo da solista, “Black horse and the cherry tree”, e a una fortunata apparizione televisiva nel programma della BBC inglese “Later with Jools Holland” che acquisisce in breve tempo fama nazionale e poi mondiale. Sospinto da altri due singoli di successo, “Other side of the world” e “Suddenly I see” (scelta anche per accompagnare i titoli di testa del film “Il diavolo veste Prada”), l’album EYE TO THE TELESCOPE diventa un hit planetario, vendendo 5 milioni di copie e fruttando alla sua autrice 3 Brit Awards e una nomination ai Grammy. Nel 2006 KT partecipa alle incisioni dell’album “The boy with no name” dei connazionali Travis (cantando nel brano “Under the moonlight”) e pubblica un disco venduto inizialmente solo attraverso il suo sito Web, KT TUNSTALL ACOUSTIC EXTRAVAGANZA. Il lancio del suo secondo album vero e proprio, DRASTIC FANTASTIC, avviene nel settembre del 2007, preceduto dal singolo “Hold on”. Pochi giorni prima Steve Jobs della Apple la invita ad esibirsi a San Francisco in chiusura dell’evento “The beat goes on”, nel quale l’azienda di Cupertino presenta i nuovi prodotti della gamma iPod: ulteriore consacrazione del suo status di pop star “globale”.
Tre anni più tardi la Tunstall registra il suo terzo album, TIGER SUIT, realizzato agli Hansa studio di Berlino, lo stesso in cui David Bowie ha inciso HEROES.
A distanza di tre anni, esce INVISIBLE EMPIRE // CRESCENT MOON, seguito, nel 2016 da KIN.
(10 gen 2018)