«ROLLING STONES – ROCK’N’ROLL LOVE - Rich Cohen» la recensione di Rockol

Rich Cohen - ROLLING STONES – ROCK’N’ROLL LOVE - la recensione

Recensione del 21 nov 2016 a cura di Franco Zanetti

Sperling & Kupfer, 364 pagine, euro18,90

Voto 7/10

La recensione

Non ho letto molti libri sui Rolling Stones, nella mia vita – lo confesso.

E non è perché sono uno studioso dei Beatles: non ho mai percepito la fantomatica rivalità fra i due gruppi. Sì, anni fa avevo letto il famoso “Su e giù con i Rolling Stones” di Tony Sanchez, e poi ricordo con piacere l’eccellente “Butterfly on the wheel” di Simon Wells, e naturalmente possiedo parecchi altri volumi sulla band. Ovvio, ho letto “Life”, l’autobiografia di Keith Richards, con molto godimento. E ho letto anche la recente biografia di Mick Jagger di Philip Norman. Anche se sull’argomento Stones non ho mai trovato niente di meglio, e di meglio scritto, dell’autobiografia in due parti di Andrew Loog Oldham, “Stoned” e “2Stoned”.



Beh, a ripensarci in fondo di libri sugli Stones ne ho letti un po’, e ho anche curato l’ottimo “Libro Nero dei Rolling Stones” scritto per Giunti da Paolo Giovanazzi.

Però, insomma, quando ho preso in mano questo libro di Rich Cohen (che, detto per inciso, è anche l’ideatore della serie TV “Vinyl”) l’ho fatto più per dovere che per piacere - sapete che ho la maledetta abitudine di leggere sempre per intero i libri che recensisco.

E invece mi sono accorto che non solo è un libro ben scritto e ben tradotto – da Dade Fasic – ma che è anche un libro “diverso”, nel senso che non è né una biografia del gruppo né un saggio critico sulla loro musica. E’ piuttosto un libro di ricordi e memorie (l’autore, che è stato anche giornalista di “Rolling Stone”, ha frequentato professionalmente più volte Mick Jagger e soci) condito da riflessioni, pareri personali, osservazioni critiche spesso acute e mai agiografiche. Sicché è stata una lettura piacevole, istruttiva, divertente. Ho trovato particolarmente indovinata la scelta di dedicare un’appendice alla genesi e alle fonti dei vari capitoli del libro; e mi ha sorpreso trovarci questa frase: “Ho un suggerimento per loro: tornate in studio e incidete la scaletta del vostro primo concerto”. Beh, alla luce di “Blue & Lonesome”; il prossimo disco degli Stones, in uscita il 2 dicembre, si direbbe che l’abbiano ascoltato.



(Franco Zanetti)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2022 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.