«ROCK HITS - Marco Di Pasquale» la recensione di Rockol

Marco Di Pasquale - ROCK HITS - la recensione

Recensione del 15 gen 2021 a cura di Franco Zanetti

Voto 7,5/10

La recensione

Partendo dal 1935, l’autore mette in fila centinaia di fatti in qualche modo significativi – “eventi, album e canzoni che hanno fatto la storia del rock” - alternando semplici notizie in poche righe ad approfondimenti più corposi, il primo dei quali, alla data del 4 settembre 1967, è la pubblicazione di “Jailhouse Rock” di Elvis Presley, mentre l’ultima annotazione riguarda la notizia che la Zecca britannica ha dedicato una moneta ai Queen (gennaio 2020).

E’ uno schema strutturale abbastanza originale, che differenzia questo libro da altri che sono costruiti essenzialmente sugli anniversari giorno per giorno e anno per anno; qui, nelle ben 350 pagine che costituiscono il volume, si toccano tappe tutte significative, in un modo o nell’altro, ed è la valutazione dell’autore a decidere quanto spazio dedicare all’una o all’altra.

“Non mi considero uno storico, e se questo libro non è chiamato ‘storia’ c’è un motivo; al limite potrebbe essere lo strumento per una storia più discorsiva, ma che dovrà essere per forza più cospicua per non trasformarsi in un elenco” scrive, con apprezzabile onestà, Di Pasquale (che già ha dato alle stampe “Queen in rocks” nel 2018 e “La parabola di Elio e le Storie Tese” nel 2019). Inevitabilmente “Rock Hits” è uno dei pochi libri che non ho letto integralmente prima di scriverne; non è infatti destinato ad una fruizione dalla prima all’ultima pagina, ma va considerato un volume da aprire e sfogliare, vuoi assecondando le coincidenze cronologiche, vuoi del tutto a caso, per assaggiarlo qua e là. Le sorprese non mancano (tipo, all’aprile 2007, le due pagine dedicate a “Kapital” dei bielorussi Lyapis Trubetskoy).

 

Franco Zanetti

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.