«PAROLE INTONATE - Franco Capacchione» la recensione di Rockol

Franco Capacchione - PAROLE INTONATE - la recensione

Recensione del 31 gen 2020

La recensione

“La musica del nostro tempo ha avuto una fonte di ispirazione nella letteratura del passato”, spiega l’autore nel comunicato che accompagna il suo libro. Ed è certamente vero, anche se a volte l’ispirazione, o addirittura il debito, non sono dichiarati – o non sono immediatamente evidenti. Nel suo libro, Capacchione abbina nomi di autori letterari e nomi di autori/interpreti musicali per sottolineare i legami che intercorrono fra le loro opere. A volte questi legami sono assolutamente ovvi: è il caso, per dire, di “Non al denaro, non all’amore né al cielo” di Fabrizio De André, esplicitamente tratto dalla “Antologia di Spoon River” di Edgar Lee Masters; o di “Burattino senza fili”, ricalcato liberamente sul “Pinocchio” di Carlo Collodi; o di “Diamond Dogs” di David Bowie, che inizialmente doveva intitolarsi “1984” come il romanzo di George Orwell (ma gli eredi dello scrittore non diedero il permesso); o di “Histoire de Melody Nelson” di Serge Gainsbourg, che è abbastanza chiaramente una rielaborazione del tema di “Lolita” di Vladimir Nabokov. A volte sono stati dichiarati dal musicista: sono note la stima di Lou Reed per Delmore Schwartz e la passione di Patti Smith per Jean Genet, come è nota la passione di John Lennon per Lewis Carroll e i suoi due romanzi su Alice. Ma il libro suggerisce anche abbinamenti meno immediati, come quello fra Madonna e Mario Vargas Llosa, o quello fra William Burroughs e i Nirvana, o quello fra Claudio Baglioni e Pier Paolo Pasolini. Non sto a farvi tutto l’elenco delle venti accoppiate; provate voi, senza avere in mano il volume, a immaginare a quale scrittore potrebbero essere stati abbinati Loredana Berté, o Vasco Rossi, o Bruce Springsteen, o i Kraftwerk, o Michael Jackson, o i CCCP...

Franco Zanetti

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.