«RE MIDA (PIANO SOLO) - Lazza» la recensione di Rockol

"Re Mida (Piano Solo)": Lazza è più che un semplice rapper

La repack di "Re Mida" con pianoforte e voce conferma lo spessore artistico unico del rapper milanese

Recensione del 04 ott 2019 a cura di Riccardo Primavera

La recensione

Lazza è indubbiamente uno dei più grandi enfant prodige degli anni recenti del rap italiano. A 19 anni scarsi era già infatti un nome di grande caratura nell'ambiente del freestyle, era sotto contratto con la Blocco Recordz di Emis Killa. Dopo qualche anno di incertezza, la rinascita arriva nel 2016 con la firma per 333 Mob, label creata da Low Kidd e Dj Slait. Da lì in poi, l'ascesa è velice: il successo di “Zzala” - il suo disco d'esordio - diverse collaborazioni di spessore, live show che registrano il tutto esaurito in pianta stabile. Il 2018 poi lo consacra come uno dei rapper più affermati della scena, anche in virtù dell'eccezionale accoglienza riservata a “Re Mida”, disco d'oro in neanche tre mesi. Tecnica, punchline d'effetto, metriche serrate, una miriade di flow, ma anche voglia di sperimentare a livello sonoro e canoro; a questo bagaglio di skill Lazza aggiunge la capacità di suonare perfettamente il pianoforte, frutto degli studi in conservatorio. Nasce così il primo – e fin'ora unico – rapper pianista italiano.

“Re Mida (Aurum)” e “Re Mida (Piano Solo)” sono i titoli delle due repack dell'ultimo progetto di Lazza, che già in origine vantava diverse collaborazioni – Fabri Fibra, Izi, Luchè, Tedua, Gue Pequeno, Giaime e Kaydy Cain, con Low Kidd alle produzioni – e che in questa versione ne aggiunge di ulteriori: Sfera Ebbasta, Capo Plaza, Charlie Charles, Ava, Emis Killa in “Aurum”; in “Piano Solo” invece la voce di Elodie compare sul ritornello di “Catrame”, inizialmente cantato dallo stesso Lazza.

Se “Re Mida” aveva rappresentato un ulteriore step nel percorso di maturazione di Lazza, rafforzandolo dal punto di vista del seguito e ribadendo l'innegabile capacità dell'artista milanese di fare rap, questa doppia repack lo eleva ad uno status artistico che ben pochi colleghi della scena possono anche solo sperare di reclamare. I cinque inediti di “Aurum” sono una corposa aggiunta al disco iniziale, e non solo per la forza dei nomi coinvolti. “Gigolò” con Sfera Ebbasta e Capo Plaza ha il potenziale per diventare una hit virale, grazie alla natura perfettamente complementare delle liriche dei tre, a cui si aggiunge il talentuoso cerbero a tre teste che ha curato la produzione – ossia Low Kidd, Ava e Charlie Charles. “Million Dollar” è la collaborazione con Emis Killa che i fan di entrambi aspettavano da troppo tempo, mentre “Dry (La mia ora)” e “Frio” sono degli esperimenti in cui Lazza trasla la propria attitudine su sonorità per lui nuove. “Ouver2re” è invece il brano che racchiude in sé le anime di entrambe le repack: la delicatezza del piano in apertura, la forza del rap nella seconda parte. Sì, perchè “Piano Solo” è un progetto più unico che raro: Lazza sceglie con estrema cura otto brani di “Re Mida” da reintrerpetare solo pianoforte e voce. Il risultato è strabiliante: i brani acquistano nuova vita, si presentano in vesti inedite, spiazzano l'ascoltatore. “Morto Mai”, “Re Mida” e “Superman” diventano un concentrato di emozioni fortissimo, così come “24H” e “Desperado”, mentre le love song “Netflix” e “Catrame” diventano delicatissime e toccanti. Il risultato finale è un progetto in grado di conquistare chiunque, dall'amante del rap a quello del pop, passando per chiunque apprezzi davvero il pianoforte. Lazza non ha solo scalato le classifiche, non è solo maturato artisticamente, si è finalmente reso conto di essere un unicum in grado di stupire e conquistare chiunque: adesso diventa difficile immaginare dei limiti per la sua crescita.

TRACKLIST

01. Ouver2re (Piano Solo) (01:53)
02. Re Mida (Piano Solo) (02:41)
03. Morto Mai (Piano Solo) (02:40)
05. Superman (Piano Solo) (02:56)
06. 24H (Piano Solo) (03:19)
07. Catrame (Piano Solo) [feat. Elodie & Tedua] (03:38)
08. Desperado (Piano Solo) (02:48)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.