«OUT OF ALL THIS BLUE - Waterboys» la recensione di Rockol

Waterboys - OUT OF ALL THIS BLUE - la recensione

Recensione del 13 set 2017 a cura di Gianni Sibilla

La recensione

Benvenuti alla nuova incarnazione dei Waterboys. A due anni di distanza da "Modern blues", Mike Scott e soci tornano con un disco si distanzia sia dal rock epico, sia dai sapori folk tipici del marchio Wateboys. "Out of this blue" è un doppio album, 23 canzoni, con suoni inediti; esce anche in una versione "Deluxe" tripla con bonus tracks. E lascerà sopreso chi ha amato la band tra anni '80 e '90

La storia del disco: 
Dice Mike Scott: “Out Of All This Blue è 2/3 amore e romanticismo ed 1/3 storie e osservazione. Sapevo fin dall’inizio di voler fare un doppio album, e per fortuna mia – e spero anche degli ascoltatori – le melodie pop delle tracce sono venute spontaneamente. Mi sono tuffato in nuovi territori, e le canzoni sono venute fuori: oltre al pop, ci sono colori, funk, soul, anche un po' di country e canzone francese".

Come suona e cosa c’è dentro
Come suona? Strano. Se conoscete i Wateboys, la scrittura e gli arrangiamenti epici ed avvolgenti, preparatevi a vederli completamente rivisitati. Le melodie e il cantato sono assolutamente riconoscibili, ma i suoni mettono assieme di tutto. Si sentono soprattutto le batterie elettroniche - Scott dice "hip-hop", ma probabilmente quello di 20 anni fa... Un disco torrenziale, non solo per le 23 canzoni e 97 minuti, ma proprio per l'ondata sonora che investe l'ascoltatore. 

Perché ascoltarlo (o perché girare alla larga)
"Out of this blue" suona iperprodotto, troppo stratificato, e con una scelta sonora che devia troppo dalla matrice dei Waterboys.  A dirla tutta: un disco che vorrebbe suonare diverso, e suona vecchio. Perché va bene usare suoni nuovi. Ma questi suoni sono nuovi solo per i Waterboys. Sono suoni già sentiti altrove, e qua sembrano spesso appiccicati l'uno all'altro.
Le canzoni, quelle sì, ci sono, a parte qualche deviazione (ci sono diversi abbozzi, persino un pezzo strumentale scat...). 
Scott le canzoni le ha sempre saputo scrivere, anche se spesso la sua scrittura tende ad essere prolissa - cosa che qua capita in diversi pezzi sopra i 5 minuti.
E' un disco curioso, apprezzabile nell'intento, curioso per i fan del gruppo, ma a tratti irritante nei risultati.

La canzone fondamentale
"Love walks in": una classica ballatona alla Mike Scott, con archi, fiati e ritmica elettronica: riassume i pochi pregi e i molti difetti del disco. Non male il rock country di "Nashville, Tennessee" - uno dei pochi pezzi non iperprodotti del disco.

TRACKLIST

01. Do We Choose Who We Love (02:58)
02. If I Was Your Boyfriend (04:11)
03. Santa Fe (03:57)
04. If the Answer Is Yeah (03:33)
05. Love Walks In (06:24)
06. New York I Love You (07:49)
07. The Connemara Fox (05:30)
08. The Girl in the Window Chair (02:57)
09. Morning Came Too Soon (08:15)
10. Hiphopstrumental 4 (Scatman) (02:28)
11. The Hammerhead Bar (04:36)
12. Mister Charisma (02:04)
13. Nashville, Tennessee (06:00)
14. Man, What a Woman (03:16)
15. Girl in a Kayak (01:23)
16. Monument (02:52)
17. Kinky's History Lesson (05:19)
18. Skyclad Lady (00:57)
19. Rokudenashiko (03:06)
20. Didn't We Walk on Water (05:52)
21. The Elegant Companion (04:31)
22. Yamaben (04:55)
23. Payo Payo Chin (03:24)
24. The Memphis Fox (04:08)
25. If the Answer Is Yeah - Alternate Version (03:29)
26. If I Was Your Boyfriend - Zeenie Mix (04:00)
27. Epiphany on Mott Street (01:55)
28. Didn't We Walk on Water - JessKav Mix (05:33)
29. Santa Fe - Instrumental (03:56)
30. Payo Payo Chin (Tokyo Hotel) (01:16)
31. Return to Roppongi Hills (02:02)
32. Nashville, Tennessee - Live (05:36)
33. Mister Charisma - Alternate Version (03:31)
34. So in Love with You (04:36)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.