«WOODSTOCK - Portugal the Man» la recensione di Rockol

Portugal the Man - WOODSTOCK - la recensione

Recensione del 20 giu 2017 a cura di Redazione

La recensione

Sono trascorsi tre anni dall'uscita dell'ultimo album in studio dei Portugal. The Man, che rompono ora il lungo silenzio discografico consegnando al mercato questo "Woodstock". Il disco è frutto di una lunga gestazione: la band ha iniziato a lavorarci nel 2013, componendo canzoni e altro materiale senza trovare la giusta combinazione tra tutto quanto quello che i componenti avevano scritto e composto. John Goyrley, il frontman, è poi partito per un viaggio in Alaska, la sua città natale, e tutto è cambiato.

Tornando a casa, John si è confrontato con la sua famiglia e in particolar modo con il padre: "Perché ci state mettendo così tanto per finire l'album? Non è ciò che fanno le band? Scrivere canzoni e poi pubblicarle?", gli ha chiesto quest'ultimo. Come un vero e proprio terapista, il padre ha fatto centro e ha spinto John a riflettere come la band era giunta fino a quel punto e perché non riuscisse a superare quella crisi. In un secondo momento, John ha trovato per caso il biglietto del padre per Woodstock. Un ritrovamento "simbolico" che ha portato John a realizzare che, proprio come le band in voga alla fine degli anni '60, anche i Portugal. The Man avrebbero dovuto parlare del mondo intorno a loro.

Così, la band ha preso una decisione: abbandonare tutto il lavoro svolto negli ultimi tre anni e ripartire da zero. Non è stato facile, anche perché non sono mancate pressioni da parte dei discografici. La band è dunque tornata in studio con John Hill, Danger Mouse, Mike D e il collaboratore di lunga data Casey Bates. E "Woodstock" ha preso la forma di un disco carico di ottimismo, che ti invita a uscire dalla massa, ad alzare la testa e a fare la differenza.

TRACKLIST

01. Number One (feat. Richie Havens & Son Little) (05:21)
02. Easy Tiger (03:37)
03. Live In The Moment (04:06)
04. Feel It Still (02:43)
05. Rich Friends (03:41)
06. Keep On (03:23)
07. So Young (04:06)
08. Mr Lonely (feat. Fat Lip) (04:22)
09. Tidal Wave (03:31)
10. Noise Pollution (feat. Mary Elizabeth Winstead & Zoe Manville) - Version A, Vocal Up Mix 1.3 (03:45)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.